Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

DeepMind gioca a Quake III Arena e impara in fretta

Se non bastava l'intelligenza artificiale che batte gli esseri umani a Dota 2 a farvi preoccupare, ecco che anche gli sviluppatori di DeepMind si sono cimentati in qualcosa di simile e dopo aver battuto gli uomini a Go hanno deciso che era tempo che l'intelligenza artificiale si cimentasse nei videogiochi, specificamente con una versione modificata […]

Se non bastava l'intelligenza artificiale che batte gli esseri umani a Dota 2 a farvi preoccupare, ecco che anche gli sviluppatori di DeepMind si sono cimentati in qualcosa di simile e dopo aver battuto gli uomini a Go hanno deciso che era tempo che l'intelligenza artificiale si cimentasse nei videogiochi, specificamente con una versione modificata di Quake III Arena, in modalità Capture The Flag.

L'obiettivo è sempre lo stesso: trovare nuove vie alla cooperazione tra IA e sviluppare soluzioni per l'apprendimento. Qui gli sviluppatori di DeepMind hanno scelto però una via diversa rispetto a quella seguita dagli sviluppatori di OpenAI.

dims

Anziché infatti implementare una sorta di "super cervello" in grado di valutare di volta in volta se favorire il perseguimento degli obiettivi delle singole IA o della squadra onde conseguire sempre il miglior risultato possibile, qui si sono sviluppati algoritmi appositi in grado di consentire alle quattro IA coinvolte di "vedere" e "sentire".

FTW%2520agent%2520architecture width 1500

Ciascuna infatti analizza in tempo reale lo scenario di gioco, proprio come facciamo noi esseri umani, e decide come procedere, coordinandosi anche con le scelte compiute dalle altre IA. Il tutto è basato su un sistema a "segnale di rinforzo", una tecnica che tramite l'analisi degli errori commessi consente di migliorare costantemente. L'IA che "migliora sbagliando" potrebbe essere in futuro utilizzata non per forza a scopo militare, per la realizzazione di robot da combattimento ad esempio, ma per sviluppare soluzioni utili anche in ambito civile, come droni o robot in grado di intervenire efficacemente in scenari di emergenza, come cataclismi o incendi ad esempio.   


Tom's Consiglia

Per comprendere l'impatto che da qui a breve l'intelligenza artificiale avrà sulle nostre vite, un buon punto di partenza è leggere Intelligenza Artificiale – Guida al Futuro Prossimo