e-Gov

Destinator lancia la versione 6

Pagina 6: Destinator lancia la versione 6

Destinator 6

Destinator Technologies sviluppa uno dei più popolari programmi di navigazione satellitare, con quasi un milione di copie vendute nell’anno 2005. La società è una pioniera delle tecnologie di navigazione personale, a cui lavorava già nel 1998. Diversamente da altri concorrenti, Destinator sviluppa solo software e non ha un fornitore di mappe preferenziale grazie a un sistema di fruizione dei dati versatile e universale.


Lo stand di Destinator al CeBIT.

Prima di partire per il CeBIT eravamo curiosi di scoprire se Destinator 6, la nuova versione del popolare software di navigazione GPS, fosse già pronto. Godehard Gerling, Vice Presidente BD per l’Europa e General Manager di DT ci ha confermato l’imminente uscita del nuovo Destinator e ci ha anche fornito una versione in prova che ha chiarito molti dubbi da parte nostra.
Destinator 6 ha finalmente una grafica chiara e comprensibile e l’interfaccia è diventata decisamente più amichevole. Attendiamo versione e prezzo finali per un verdetto vero e proprio, ma possiamo già dire per certo dalle prime prove che il prodotto ha recuperato parecchio terreno sul primo della classe, ovvero TomTom Navigator.


La nuova grafica ha un look and feel più moderno.

Il signor Gerling ci ha rivelato altri particolari interessanti. Innanzitutto, ci ha specificato che i tre punti chiave nello sviluppo sono:
1. Facilità d’uso;
2. L’utente deve trovare facilmente casa propria;
3. Il percorso deve essere pianificato in maniera intelligente.


L’interfaccia utente di Destinator 6 si caratterizza per le grandi icone, facili da cliccare anche con le dita.

Se il primo punto è comprensibile, il secondo è curioso. Gerling infatti ci ha ricordato che la maggior parte delle persone che prova un navigatore per la prima volta – per esempio, in un centro commerciale – cerca casa propria. Fargliela trovare facilmente porta quindi più vendite!
Per quanto riguarda la pianificazione del percorso, Destinator ha ripreso e migliorato alcune caratteristiche che lo differenziano dalla concorrenza. Per esempio, si possono bloccare alcune vie, che il navigatore non considererà più nella pianificazione. Di possibilità per l’utente di modificare le mappe ancora non se ne parla, ma il blocco di alcune vie o zone è già qualcosa. Per quanto riguarda l’usabilità, in futuro ci saranno istruzioni vocali sempre più accurate, in modo da poter navigare facilmente senza doversi distrarre dalla guida per guardare lo schermo. Questo contribuirà a una migliore fruizione, per esempio, degli smart phone come navigatori satellitari, grazie anche alla tecnologia Text-to-speech con la quale i navigatori potranno dirci cose del genere "gira in via Manzoni, poi prendi per Piazza Risorgimento".
Per ora accontentiamoci di Destinator 6, in uscita questo aprile per palmari con Windows Mobile e telefonini Symbian e Windows Mobile.