Spazio e Scienze

Dice ti rende consapevole dei consumi energetici casalinghi

È una novità di ABenergie, società bergamasca operante nel settore della fornitura di energia elettrica, concentrata sulla produzione e vendita di energia elettrica verde. Dice è una conseguenza diretta di questa attenzione all'efficienza energetica e del consumo consapevole, poiché il suo scopo è proprio quello di aiutarvi a consumare meno – e di conseguenza spendere meno e inquinare meno.

Durante la presentazione abbiamo parlato con diversi rappresentati dell'azienda, con cui abbiamo approfondito tutte le sfaccettature, tra cui anche quelle tecniche. Prima di raccontarvi meglio come funziona, una piccola curiosità sul nome. Alcuni di voi avranno certamente riconosciuto nel nome "Dice" la parola inglese che significa "dado", ma in realtà Dice si pronuncia proprio come si legge, come la terza persona singolare del verso dire. E come mai? Perché inizialmente il design di questo prodotto ricordava proprio quello di un dado, e da qui il nome; tuttavia nei design successivi il design è cambiato, ma è stato mantenuto il nome originale, dato che ugualmente spiegava bene il funzionamento del prodotto, il cui scopo è appunto quello di dirvi quanta energia state consumando in quel momento.

DiCE ambientata 6

E per farlo usa un codice colore. Sotto alla calotta semitrasparente si nasconde un array di LED RGB, che possono assumere differenti tonalità, che andranno dal bianco al rosso. Finché i colori rimarranno su tonalità molto chiare, come appunto bianco, azzurro o verde, allora significherà che state consumando poco, nella media bassa del vostro profilo di consumi, o anche meno. Quando la luce si sposterà sui toni del giallo allora i consumi saranno sopra alla media. E quando il colore diventerà rosso, allora significa che starete consumando molto. Addirittura, se Dice inizierà a lampeggiare in rosso, allora sarete oltre alla soglia del vostro piano di consumi, e significherà che se non spegnerete immediatamente qualche elettrodomestico, a breve salterà il contatore.

Tutto ciò è abbinato a un'applicazione che vi mostrerà nello specifico i vostri consumi e altri dati statistici nel tempo, assieme ad altri funzioni che ABenergie introdurrà nei prossimi mesi.

Ma come funziona Dice? Il kit si compone di tre pezzi: un reader, un gateway e il ricevitore, che è poi quello identificato come Dice stesso. Il reader è un dispositivo composto da una fibra ottica e un sensore in grado di rilevare il lampeggiare del LED rosso presente sugli attuali contatori di energia elettrica. La velocità dei lampeggi indicano la quantità di energia usata in quel momento. Questa informazione viene quindi catturata e inviata al gateway, che a sua volta si occupa di inviare i dati nel cloud (tramite connettività 2G), e le informazioni a Dice, che cambierà colore. La connettività tra reader e gateway è gestita tramite tecnologia senza fili, sulla banda degli 800 Hz per avere una buona penetrazione degli ostacoli, considerando che solitamente i contatori elettrici sono all'esterno della casa o, peggio, in locali seminterrati.

image002

Certo, Dice non può da solo aiutarvi a risparmiare energia elettrica e soldi, ma l'idea non è male. Dopotutto quanti di voi, in questo momento, possono dire di sapere quanta energia state consumando?

Tra elettrodomestici e più membri della famiglia sparsi per le stanze, l'unico momento in cui ci si rende conto di stare consumando molto è quando salta il contatore. L'obiettivo di questo dispositivo è dare maggior consapevolezza di quello che accade: finché la luce sarà verde, non ci saranno problemi. Se invece le tonalità tenderanno al rosso, allora saprete che in quel momento starete consumando più energia rispetto alla media. Insomma, una sorta di monito a spegnere qualche luce o magari cambiare le abitudini d'uso di lavastoviglie o lavatrice.

dice

Disponibile a partire dal mese di marzo, inizialmente solo i clienti ABenergie potranno acquistarlo, ma non è escluso che chiunque altro potrà acquistarlo a breve. Il prezzo è stato fissato a 299 euro, un costo un po' troppo alto se consideriamo la natura del prodotto, il cui scopo è certamente nobile, ma da molti probabilmente considerato futile. Per questo una possibilità sarà la fornitura in comodato, con il costo dilazionato in bolletta.