Sicurezza

Download di film e serie TV controllati dalle spie di mezzo mondo

Anche il file sharing e la pirateria sono sotto l'osservazione delle spie di tutto il mondo, e in particolare di quelle canadesi. A quanto riporta CBC News, infatti, nel Paese nordamericano gli investigatori usano un programma chiamato Levitation per tenere sotto controllo la circolazione di film, musica, immagini e file di ogni genere. L'informazione è diventata pubblica ancora una volta grazie ai documenti fatti trapelare da Edward Snowden.

"Con Levitation gli analisti dei servizi di sorveglianza possono avere informazioni riguardo 10-15 milioni di upload e download ogni giorno", spiega il report della CBC. I documenti riportano anche commenti scherzosi su come gli operatori si trovino "sommersi da file innocui" quali appunto film di Hollywood ed episodi di questa o quella serie TV.

ffu events collection

L'attività è concentrata su alcuni siti, ma nei documenti solo tre sono nominati: RapidShare, SendSpace e il defunto MegaUpload. Questo software può individuare l'indirizzo IP di ogni computer che si collega a questi siti (e gli altri non citati) per scaricare uno o più file. Questa informazione viene poi incrociata con altri dati alla ricerca di attività sospette o insolite.

Il Canada si va quindi ad aggiungere a quei paesi che sono in grado di spiare milioni di persone su base quotidiana, e lo fanno regolarmente a quanto pare. Non è comunque una sorpresa, considerato che questo paese fa parte dell'alleanza Five Eyes insieme a USA, UK, Nuova Zelanda e Australia.   

Levitation è quindi un altro programma sviluppato per cercare indizi di terrorismo e altre minacce, ma il fatto che il bersaglio di questa indagine siano i circuiti dei digital locker potrebbe preoccupare qualcuno. Dopotutto sappiamo quanto siano sofisticati questi strumenti, e non stupirebbe sapere che Levitation può associare a un film pirata nomi e indirizzi di chi lo ha condiviso e scaricato – o almeno andarci molto vicini. Un'informazione che non interessa agli investigatori, ufficialmente, ma naturalmente c'è chi si preoccupa. Anche voi?