Elettrodomestici

Dreame Bot L10 Pro, aspirapolvere Robot economico ma sorprendente

Dreame, azienda parte dello Xiaomi Ecosystem, è un brand che si occupa principalmente di elettrodomestici, più nello specifico aspirapolveri robot e senza filo e oggi vi mostriamo uno degli ultimi arrivati nella lineup: Dreame Bot L10 Pro.

Dreame Bot L10 Pro è un robot aspirapolvere che include la funzione lavapavimenti e si posiziona in una fascia di prezzo piuttosto economica. Nonostante questo, però, il prodotto presenta caratteristiche e tecnologie di fascia più alta, come un sistema di navigazione LIDAR a doppio laser, con algoritmi avanzati di mappatura delle stanze e localizzazione degli ostacoli.

Non manca la possibilità di mappare più piani ed effettuare una pulizia personalizzata delle singole stanze o zone che andremo a definire tramite l’applicazione. A completare le caratteristiche tecniche, Dreame Bot L10 Pro vanta 4000 Pascal di potenza aspirante, ben al di sopra della media degli aspirapolveri robot in questa fascia di prezzo, oltre a 5200 mAh di batteria in grado di garantire poco più di un’ora di autonomia.

Come detto, si tratta di un modello piuttosto economico. Ad oggi, è possibile acquistare Dreame Bot L10 Pro a 360 Euro circa, sui principali store online come Amazon o Banggood.

Com’è fatto

Dreame Bot L10 Pro ha una struttura classica, con un corpo circolare dal diametro di 350 mm circa e altezza 97 mm, abbastanza compatto da riuscire a passare sotto la maggior parte dei mobili. La parte superiore è realizzata in plastica nera lucida e interrotta unicamente dalla classica torretta con sensore laser e dai tre piccoli tasti di accensione/avvio, ritorno alla base e spot (per attivare il focus su una determinata zona da pulire). Unico neo nel design è proprio la finitura nero lucido, che attira molta polvere in breve tempo, rendendo necessaria una pulizia più frequente del robot.

Sotto la scocca si nasconde il vano polvere da 570 ml di capienza, molto comodo da rimuovere per la manutenzione classica del robot. Insieme a questo troviamo un piccolo pennello atto alla pulizia manuale del filtro in fase di svuotamento, una spia del WiFi e un piccolo tasto dedicato al reset del dispositivo.

Lungo la cornice, Dreame Bot L10 Pro presenta una trama traforata per l’uscita dell’aria e per lo speaker integrato nella parte posteriore, frontalmente sono montati i sensori per la rilevazione 3D degli ostacoli, con il classico ammortizzatore per attutire gli urti.

Infine, nella parte inferiore, è presente il vano per la spazzola principale, le ruote, il foro dove montare la spazzola laterale, insieme ai connettori per la base di ricarica e al compartimento dove montare il modulo di lavaggio con relativo panno.

La confezione è molto semplice e, oltre al Dreame Bot L10 Pro, sono presenti solamente una piccola base di ricarica (con relativo cavo per la presa a muro) e il serbatoio per il lavaggio dei pavimenti, con già montato un panno lavabile.

Come funziona

Dreame Bot L10 Pro, come la maggior parte dei robot di questo tipo, può funzionare ovviamente in automatico premendo il tasto sulla parte superiore della scocca, o in maniera più efficiente e personalizzata, utilizzando l’applicazione dedicata.

Dreame Bot L10 Pro
Dreame Bot L10 Pro
Dreame Bot L10 Pro
Dreame Bot L10 Pro
Dreame Bot L10 Pro
Dreame Bot L10 Pro
Dreame Bot L10 Pro
Dreame Bot L10 Pro

Nello specifico si tratta dalla ormai super collaudata app Xiaomi Home, tramite la quale è possibile gestire un po’ tutti i dispositivi dell’ecosistema Xiaomi e partner. Aggiungere e configurare Bot L10 Pro è semplicissimo: è sufficiente seguire la procedura guidata sull’app e, in pochi minuti, avrete il robot pronto e scattante per la prima mappatura.

Tramite Xiaomi Home si ha accesso a tutte le modalità dei nostro di Dreame Bot L10 Pro: si può scegliere una o più aree o stanze da pulire tramite una selezione personalizzata, si possono programmare dei cicli di pulizia, erigere dei veri e propri muri virtuali che il nostro robot non potrà oltrepassare, oltre a tantissime funzioni e impostazioni come il cambio lingua, l’attivazione o meno delle notifiche o, ancora, la gestione della potenza di aspirazione o le impostazioni relative al lavaggio dei pavimenti.

Come sempre, la prima pulizia è necessaria per riconoscere e creare la prima mappatura delle stanze. Una volta eseguita, quindi, si ha accesso alle diverse routine e personalizzazioni della vostra pulizia come i già citati “muri virtuali”.

Caratteristica curiosa è anche la possibilità di pilotare il robot manualmente tramite applicazione, caratteristica che abbiamo trovato abbastanza futile in quanto non particolarmente comoda, inoltre fatichiamo ad immaginare dei casi d’utilizzo nella quotidianità (se non per creare scenette simpatiche con gli amici).

In quanto a prestazioni, Dreame Bot L10 Pro è un ottimo prodotto. La rilevazione laser degli ostacoli funziona perfettamente e la mappatura degli ambienti, allo stesso modo, risulta sempre precisa e senza troppe sbavature. Non ci è mai capitato di vedere il robot sbattere contro muri o oggetti, neanche in fase di prima mappatura.

L’aspirazione si adatta automaticamente a diverse superfici, intensificando o meno la potenza dell’aspirapolvere al passaggio da un parquet ad un tappeto ad esempio, anche se siamo rimasti straniti dalla presenza di una sola spazzola laterale. A livello pratico non sembra influenzare il risultato finale, anche se, il classico sistema a doppia spazzola, avrebbe certamente ottimizzato i tempi della pulizia.

Per quanto riguarda, invece, la funzione di lavaggio dei pavimenti, Dreame Bot L10 Pro può contare su un serbatoio compatto, da attaccare all’occorrenza nella parte posteriore e già dotato di panno lavabile. Non siamo mai stati grandi fan di questa funzione nei robot aspirapolvere; di fatto, non riesce mai ad effettuare una vera pulizia dei pavimenti, ma solo una prima passata superficiale.

Piccolo appunto finale, invece, per quanto riguarda la base di ricarica. Nonostante sia piccola e semplicissima da posizionare in qualsiasi angolo della casa, non presenta fori o vani dove poter nascondere il cavo di alimentazione, che necessita quindi di metodi fantasiosi per non rimanere sospeso o arrotolato alla bell’e meglio dietro alla base stessa.

Conclusioni

Dreame Bot L10 Pro, durante la nostra prova, si è dimostrato un prodotto valido ed efficace. La potenza di aspirazione, insieme ad un ottimo sistema di rilevazione ostacoli e mappatura, lo rendono un prodotto davvero interessante nella sua fascia di prezzo.

Non manca praticamente nulla: c’è la mappatura di più piani, la possibilità di selezionare stanze e personalizzare i cicli di pulizia, la funzione lavaggio e tutte le features di cui vi abbiamo già parlato poco fa. Insomma, davvero un prodotto di buon livello.

Badate bene, Dreame Bot L10 Pro non è perfetto. Avremmo sicuramente gradito la presenza della seconda spazzola laterale, senza contare la compatibilità ancora assente con i principali assistenti vocali in Italia.

Al netto di queste piccole mancanze, però, è il prezzo a rendere questo robot aspirapolvere davvero interessante. Dreame Bot L10 Pro offre funzioni e prestazioni in linea con i prodotti di fascia più alta, il che, a 360 Euro circa, lo rende davvero difficile da non consigliare a chi cerca una prima esperienza con questi prodotti, senza dover investire un patrimonio.

Segnaliamo che fino al 30 ottobre, inserendo il codice DCPMHDFB è possibile ottenere 20 euro di sconto, 40 se siete clienti Amazon Prime.