Elettrodomestici

Dyson Omni-Glide, l’aspirapolvere a batteria super-maneggevole | Recensione

Dyson si rinnova con Omni-Glide, l’aspirapolvere senza filo più compatto ed economico dell’intera linea Dyson. La particolarità di questo modello è senza dubbio una nuova spazzola (Fluffy), composta da due rulli morbidi e con una libertà di movimento di 360 gradi. L’abbiamo provata per un paio di settimane, siamo rimasti colpiti dalle novità, ma non manca qualche piccola limitazione che rende Dyson Omni-Glide perfetta per molti, ma non per tutti.

Come è fatta

Dyson Omni-glide

Dyson non ha stravolto il suo design, ma ha apportato abbastanza modifiche per presentare Omni-Glide come un nuovo prodotto. Il primo grande cambiamento si nota nell’impugnatura, che non è più a pistola, come per tutti i modelli precedenti, ma è semplicemente un manico. Al di sotto si trova il motore in linea con il serbatoio per la raccolta della sporcizia.

Due piccoli pulsanti, non particolarmente comodi da premere, gestiscono l’accensione e la selezione della massima velocità.

Una grande novità è rappresentata dalla nuova spazzola con doppio rullo morbido e la sua capacità di muoversi a 360 gradi. Vi diciamo fin da subito che vi innamorerete immediatamente di questa soluzione, al punto tale da desiderarla per i modelli classici.

Nella confezione è inclusa la bocchetta a lancia, quella piatta e la spazzola motorizzata piccola per pulizie a fondo di superfici morbide. Non manca il caricabatterie che è collegato a un supporto posizionabile a parete.

Esperienza d’uso

L’esperienza d’uso con Omni-Glide è tutta nuova. Con i modelli “V” precedenti, e in realtà con qualsiasi altra aspirapolvere classica, il movimento di pulizia è quello a cui siamo abituati, cioè con lo spostamento avanti e indietro. Lo spostamento laterale si ha inclinando il polso, movimento che porta a una leggera rotazione e quindi cambio di direzione dell’aspirapolvere.

Omni-Glide invece si muove liberamente in tutte le direzioni, e dovrete imprimere una forza minima al manico per ruotare facilmente e raggiungere ogni angolo. Inoltre, su una superficie liscia, come il legno di un parquet, sembrerà scivolare come se non avesse peso, o quasi. Il cambio di sensazione rispetto a una normale aspirapolvere è veramente notevole, una sorpresa, probabilmente anche per via del doppio rullo morbido e, forse, della dimensione più contenuta (in larghezza) della spazzola.

Inizialmente la minor larghezza ci è sembrato un difetto, in quanto la quantità di superficie raggiunta dalla singola passata è chiaramente inferiore. Ma dopo pochi minuti d’utilizzo i pregi offuscheranno i difetti: potrete infilarvi più facilmente tra i mobili, e anche sotto ai mobili, considerando che anche lo spessore è più contenuto.

Le dimensioni ridotte, così come il prezzo rispetto ad altri modelli, ha richiesto a Dyson dei “sacrifici”. Il più evidente è la dimensione del serbatoio raccogli sporcizia, di solo 0,2 litri. Nelle nostre prove, la pulizia di un appartamento di circa 100mq (totali, non calpestabili), con un animale domestico che perde il pelo, ha riempito quasi sempre il serbatoio per circa 2/3. In altre parole, dovrete svuotare l’aspirapolvere dopo ogni uso, o quasi. Per lo svuotamento dovrete procedere come per gli altri modelli, quindi rimuovendo il tubo e spingendo il serbatoio verso il basso, dopo aver premuto un pulsante. Il movimento dovrebbe spingere la sporcizia verso l’esterno, ma le dimensioni contenute, soprattutto se avrete aspirato peli e capelli che tendono a creare una massa compatta, non aiutano a questo “auto-svuotamento”, e dovrete aiutarvi con mani o qualche attrezzo.

Avrete solo due velocità di aspirazione, una “Eco” e una alla massima potenza. Non c’è alcun display che vi mostra la modalità di funzionamento o lo stato della batteria. La rumorosità è più contenuta rispetto ad altri modelli più potenti in modalità Eco, mentre è altrettanto rumorosa alla massima velocità.

Durata batteria

La durata della batteria, in modalità Eco, è di circa 20 minuti, mentre è di pochi minuti alla massima velocità. Tuttavia potrete estrarre e sostituire la batteria, che è presente nel manico, così da aumentare l’autonomia totale. Sono necessarie circa tre ore e mezza per la ricarica completa.

Nella nostra prova i venti minuti di autonomia sono stati più che sufficienti per pulire un appartamento di circa 100 mq. Probabilmente questa autonomia sarà un limite per una pulizia a fondo, dove vi troverete a usare anche gli altri accessori, soprattutto se vorrete pulire superfici morbide dove l’uso della massima velocità può portare dei benefici.

Verdetto

Dyson Omni-Glide, grazie alle dimensioni e peso ridotto, ma soprattutto al nuovo manico e spazzola, offre un’esperienza di pulizia differente rispetto al passato. È più comoda, sotto certi punti di vista, durante le pulizie quotidiane veloci, mentre è meno efficiente rispetto ai modelli tradizioni nelle pulizie prolungate e approfondite. In questo caso è l’autonomia il suo tallone d’Achille, ma se avete un piccolo appartamento, è probabilmente l’aspirapolvere Dyson più consigliata.

Dyson Omni-Glide

Perfetta per i piccoli appartamenti, Dyson Omni-Glide offre un’ergonomia d’uso tutta nuova. Tuttavia l’autonomia ridotta, così come le dimensioni del serbatoio, non la rendono l’ideale per tutti.

Pro

  • Manutenzione facile
  • È l’aspirapolvere Dyson più economico
  • Perfetta per un piccolo appartamento
  • La spazzola Fluffy offre una facilità di scorrimento sulle superfici senza precedenti

Contro

  • Dimensione serbatoio
  • Autonomia ridotta