e-Gov

Ebay denuncia Amazon perché tenta di sottrargli venditori

Ebay ha denunciato Amazon, presso il tribunale della Contea di Clara County, per i ripetuti tentativi di sottrargli venditori. Ieri il Wall Street Journal ha svelato che si tratta di un’operazione ormai in corso da anni.

Pare che alcuni rappresentanti di Amazon abbiano creato account eBay al solo scopo di contattare – tramite il sistema di messaging interno –  i migliori venditori della piattaforma per convincerli al tradimento.

La denuncia specifica che dal 2015 sarebbero stati inviati centinaia di messaggi di contatto, con il coinvolgimento diretto di dozzine di commerciali. Non solo. Pare che per evitare rischi, gli “emissari” Amazon abbiano chiesto ai venditori di proseguire ogni conversazione via telefono. Qualche settimana fa, Ebay è stata avvertita da un venditore e una volta riscontrato il problema ha deciso di agire. Prima ha spedito una lettera ad Amazon intimando di cessare quel tipo di attività e poi ha sporto denuncia.

Un portavoce di Amazon per ora si è limitato a confermare la decisione dell’azienda di indagare internamente sul caso.

Ebay si aspetta un risarcimento danni e dato che di fatto Amazon avrebbe impiegato un sistema di comunicazione altrui per contattare i venditori, rischia di essere condannata per violazione del “California Comprehensive Computer Data Access and Fraud Act”.

Il tema è delicato poiché le implicazioni sono prettamente economiche. Se da una parte Amazon è la piattaforma e-commerce di maggior successo al mondo, dall’altra le vendite generate dai suoi partner – su cui ha diritto a una commissione – ormai sono sempre più strategiche. L’anno scorso per la prima volta questa attività ha generato un volume di vendite superiore a quello dei prodotti gestiti direttamente da Amazon.