e-Gov

Esperimento: decifrare la password della rete Wi-Fi con CPU, GPU e Cloud

Pagina 1: Esperimento: decifrare la password della rete Wi-Fi con CPU, GPU e Cloud

Introduzione

Sentiamo di brecce nella sicurezza così spesso da spingerci a pensare che il mondo stia perdendo la battaglia per la privacy. Eppure la sicurezza delle nostre informazioni personali è proprio l’elemento fondamentale che ha permesso la nascita di così tanti servizi online negli ultimi anni; senza di essi la vita online sarebbe molto diversa da come la conosciamo. Gli esempi di violazione però non mancano, anche ai danni di grandi aziende – che tenderemmo a ritenere sicure. E così la fiducia degli utenti è messa a rischio.

Nell’articolo: “Esperimento: decifrare una password usando la scheda grafica” abbiamo dato uno sguardo a come funziona la sicurezza di un file protetto e all’identificazione di potenziali debolezze nei dati codificati sul nostro hard disk. Quelle informazioni sono state utili (sono serviti a tante persone che non proteggevano adeguatamente file che ritenevano sicuri), ma l’articolo era limitato, perché la maggior parte di noi non codifica per nulla i dati, nemmeno quelli più sensibili.

La protezione dei file crittografati tuttavia non è certo l’unico punto critico da prendere in considerazione. Anzi, forse è l’ultimo. Molti per esempio si collegano a Internet tramite una rete Wi-Fi, a casa, in ufficio o al bar; la password che protegge tale rete è proprio uno degli elementi più critici.

Lo scopo di questo articolo è fare chiarezza e poi applicare ciò che sappiamo per testare la sicurezza di una rete wireless. Abbiamo iniziato oltrepassando la sicurezza WEP e poi finendo con il cracking della WPA sfruttando il cloud computing. Alla fine avrete un’idea molto migliore di qual è la sicurezza della vostra rete Wi-Fi.