Tom's Hardware Italia
e-Gov

Facebook, tutte le novità su dati personali e fake news

Tutorial online per gli iscritti e linee guida sulla privacy: Facebook vuole arrivare preparata all'appuntamento di maggio col nuovo regolamento europeo. In Italia inoltre il social network avvia anche collaborazioni con Pagella Politica e Fondazione Mondo Digitale per contrastare le fake news.

Facebook ha annunciato di aver pubblicato le proprie linee guida in fatto di privacy, assieme con alcuni tutorial sulla stessa materia rivolti agli utenti. Inoltre ha avviato importanti collaborazioni con Pagella Politica e Fondazione Mondo Digitale per contrastare la diffusione e la circolazione delle bufale.

Chi dunque dopo gli ultimi annunci sui programmi per il 2018 aveva creduto che il social network avesse rinunciato definitivamente alla battaglia sulle fake news e la privacy dovrà ricredersi: nonostante piani editoriali differenti, entrambi gli argomenti restano rilevanti per Facebook e queste scelte lo dimostrano.

204946978 c8c0f969 2371 4915 9af2 bbb08215495a

In particolare, per quanto riguarda la privacy, è la prima volta che il social network ha deciso di rendere noti i principi che segue nel trattare i dati personali, mentre con i tutorial si chiede agli utenti di controllare le proprie impostazioni attuali e si spiegano cose importanti come la cancellazione di vecchi post, la gestione consapevole dei dati personali e il controllo su ciò che si condivide.

Inoltre, la chief operating officer Sheryl Sandberg, ha fatto anche sapere che quest'anno Facebook inaugurerà un nuovo privacy center in cui saranno raccolte tutte le impostazioni di base del social network sulla protezione dei dati personali, così da facilitare gli utenti, e che in Europa saranno organizzati dei workshop sulla privacy specificatamente indirizzati alle piccole e medie imprese.

205022898 cd9bc67b 1650 4e02 9b2d 5aa3444710c8

Insomma il colosso di Mark Zuckerberg non ha intenzione di arrivare impreparato all'appuntamento del prossimo 25maggio, data in cui entrerà in vigore il nuovo regolamento dell'Unione europea sul trattamento dei dati personali. Quest'ultimo infatti aumenterà gli obblighi a cui dovranno sottostare le organizzazioni che raccolgono e gestiscono i dati personali dei cittadini dell'Unione europea e introdurrà sanzioni molto più severe di quelle attuali per chi non rispetta le regole, con multe che potranno ammontare al 4% del fatturato globale o a 20 milioni di euro, a seconda di quale sia la cifra più alta.

Nel recente passato infatti Facebook è già stata bersaglio in Europa di indagini e sanzioni e non vuole quindi più rischiare che queste situazioni si ripetano in futuro. Per questo, oltre che sui dati personali, ha deciso di intervenire energicamente anche in materia di hate speech e fake news. In questa direzione infatti vanno gli accordi con Pagella Politica e Fondazione Mondo Digitale, per quanto riguarda l'Italia.  La prima si occuperà di effettuare fact checking sulle notizie immesse nel social network, segnalando agli utenti quando una notizia è parzialmente o totalmente falsa. La seconda invece ha stilato un decalogo, già disponibile su Facebook nella parte alta del News Feed, che dovrebbe aiutare gli utenti a riconoscere una notizia affidabile da una inaffidabile.