e-Gov

Facebook vuole Waze per localizzarci con il GPS

Facebook sarebbe pronta a comprare Waze per una cifra compresa tra gli 800 milioni e il miliardo di dollari. La famosa applicazione per la navigazione GPS andrebbe a rimpinguare l'arsenale su cui può contare il social network, aggiungendosi per esempio a Instagram.

Waze porterebbe in dote diversi i milioni di utenti che usano l'applicazione di navigazione "social" per muoversi da un posto all'altro, condividendo informazioni su traffico, mappe e altro. Tutti valori che per Facebook sono senz'altro molto rilevanti.

Wazebook

Le ipotesi sono state riportate dal Wall Street Journal e da Calcalist (quotidiano israeliano dedicato ad affari e finanza), ma dalle aziende coinvolte non sono arrivate né conferme né smentite. Facebook non guadagnerebbe solo qualche utente in più, ma un potente strumento per la geolocalizzazione.

Sapere dove si trova una persona e come si muove è infatti un'informazione preziosa, tanto per Facebook quanto per le società specializzate nel commercio di dati, e quindi l'ipotesi dell'acquisizione è più che comprensibile. Aumentare il numero di utenti e sapere sempre più cose su di loro: Facebook insegue i propri obiettivi anche con Facebook Home (Facebook Phone delude, non è un telefono), il launcher per Android presentato il mese scorso. 

A oggi l'ha scaricato poco meno di un milione di persone: non molto, ma bisogna considerare che sono pochi i modelli compatibili, alcuni dei quali di uscita recentissima. Di contro, Facebook ha rilevato che chi installa Facebook Home tende a usare molto di più (+25%) Facebook, con buona pace di chi ci vede una minaccia alla privacy.