Tecnologia

Facebook Workplace sfida Slack, il potenziale c’è tutto

Facebook Workplace, noto in precedenza come Facebook at Work, è il grande passo di Mark Zuckerberg per mettere le mani sull'importante settore delle comunicazioni aziendali, creando un ecosistema privato che società e dipendenti possono usare per collaborare, in un mondo in cui il lavoro è ormai un'esperienza in movimento, non più legata a un singolo ambiente e dispositivo.

La versione di Facebook per il posto di lavoro fa concorrenza a strumenti come Slack, Yammer (parte di Microsoft), Chatter di Salesforce, Hipchat e Jive, tra gli altri. Workplace è in test da oltre un anno e già oggi sono oltre 1000 organizzazioni lo usano.

03 profile
Clicca per ingrandire

Le persone hanno creato quasi 100.000 gruppi ed i primi cinque paesi che usano Workplace sono l'India, gli Stati Uniti, la Norvegia, il Regno Unito e la Francia. Oggi Workplace è disponibile per tutte le aziende e realtà che vogliono usarlo. "Grandi multinazionali come Danone e Booking.com, organizzazioni non profit internazionali come Oxfam, e aziende leader locali come YES Bank in India e la Government Technology Agency di Singapore hanno tutte adottato Workplace", fanno sapere dal social.

02 chat live
Clicca per ingrandire

Dal punto di vista delle funzionalità (è un ambiente totalmente separato dal "Facebook personale") non mancano le funzioni di base, come il News Feed, o la possibilità di creare e condividere nei Gruppi o via chat, o funzionalità utili come i Live, le Reactions, la Ricerca e i Trending post. Questo significa che è possibile chattare con un collega in tutto il mondo in tempo reale, ospitare un brainstorming virtuale in un Gruppo, o seguire la presentazione dell'amministratore delegato su Facebook Live.

Ci sono anche funzioni specifiche di Workplace, come un pannello con strumenti di analisi e integrazioni con autenticazione unica, oltre a identity provider che permettono alle aziende di integrare ancora più facilmente Workplace ai loro sistemi IT esistenti. A breve arriveranno anche i gruppi multi-aziendali, spazi condivisi che consentono ai dipendenti di diverse organizzazioni di lavorare insieme, per estendere la collaborazione oltre la propria azienda.

04 admin
Clicca per ingrandire

Le aziende che vogliono usare Workplace possono registrarsi presso il sito dedicato o partecipando al Workplace Partner Program, un gruppo di servizi professionali e aziende tecnologiche come Deloitte, che lavoreranno con Facebook per portare Workplace in un numero ancora maggiore di organizzazioni in tutto il mondo.

Dal punto di vista dei prezzi, Facebook offre un periodo di prova gratuito di tre mesi (è totalmente gratuito per non profit e istituzioni del mondo educational). Il modello di pricing è basato sul pagamento di una tariffa mensile per utente attivo (per cui le aziende pagano solo per quello che effettivamente usano).

Più utenti attivi avrà un'organizzazione, meno pagherà per ognuno di essi. Si pagano 3 dollari per i primi 1.000 utenti mensili attivi, 2 dollari dai 1.001 ai 10.000 utenti mensili attivi e 1 dollari per più di 10.000 utenti mensili attivi.

Tra i partner ufficiali del lancio Facebook Workplace c'è Revevol, realtà italo-francese specializzata nella consulenza e integrazione di soluzioni cloud nelle aziende. Già partner di Microsoft e Google, Revevol accompagna le aziende nell'integrazione di Facebook Workplace, in modo non solo da garantire un funzionamento sicuro all'interno di un'infrastruttura IT esistente, ma anche spiegando ai clienti come usarlo in modo produttivo, sfruttando al meglio ogni singola funzionalità.

05 mcg
Clicca per ingrandire

L'amministratore delegato e fondatore di Revevol Massimo Cappato ci ha spiegato che sono due gli aspetti a suo dire dirompenti: l'uso in mobilità e i gruppi. L'esistenza di due app dedicate, Workplace by Facebook e Work Chat permette di comunicare con ogni dipendente dell'azienda o condividere foto/contenuti in pochi semplici passaggi. I gruppi sono uno strumento "potente e incredibile", che permette di lavorare su singoli progetti tenendo traccia di ogni singolo passaggio.

In casa Revevol il 70% dei dipendenti usa quotidianamente Workplace, ma si tratta di un'azienda giovane e improntata sul cloud. Secondo Cappato in un'azienda italiana tradizionale l'efficacia di Workplace è di gran lunga superiore, con un miglioramento di produttività che certo non può far male all'economia nostrana, atavicamente colpita da una produttività inferiore agli altri paesi.

Nella sede milanese di Revevol sono 25 gli ingegneri impegnati su Workplace, ma Cappato mira a raddoppiarli nei prossimi sei mesi, a testimonianza che un nuovo servizio può rappresentare una grande opportunità di crescita tanto per chi lo adotta quanto per chi lo propone e lo diffonde.

Gigabyte BRIX GB-BSi3A-6100 Gigabyte BRIX GB-BSi3A-6100
ePRICE