e-Gov

Faire.ai lancia la sua App: Cream

Faire.ai

Foto generiche

 Faire.ai è una fintech B2B specializzata nell’automazione del credito al consumo che sfrutta l’open banking (PSD2) come fonte di dati e utilizza il machine learning e l’intelligenza artificiale per stimare i modelli di rischio dei consumatori. La piattaforma gestisce l’intero ciclo di vita di un prestito, consentendo a banche e istituzioni finanziarie di accedere al mercato del prestito istantaneo con un’unica API. L’azienda è nata dall’idea di quattro giovani talenti esperti del mondo fintech – Gianluigi Davassi, Gilberto Taccari, Giorgio Fiorentino e Cristina Bonacina.

Faire.ai lancia Cream, la nuova App per IOS e Android ideata per aiutare gli utenti a gestire le proprie finanze e richiedere un prestito istantaneo. Sviluppata grazie alla collaborazione con Banca Progetto e Fabrick.

Cream ad oggi non si trova ancora negli store ma è possibile scoprirla, in anteprima, accedendo a https://getcream.com e iscrivendosi alla waiting list. La App si fonda su criteri di inclusività: vengono infatti utilizzati nuovi modelli di erogazione del credito che non penalizzano i millennials, bensì vanno loro incontro. Tutti gli step come la richiesta di prestito, firma ed erogazione, avvengono infatti online in pochi minuti. Ricorrendone i requisiti, il prestito è approvato ed erogato in maniera istantanea.

Cream: una rivoluzione negli schemi tradizionali di erogazione del credito

Foto generiche

 Per rivoluzionare il credito, allontanandosi dagli schemi convenzionali delle banche, Cream nella fase di ideazione del prodotto, ha immaginato tipologie di utenti che rappresentassero al meglio i trend odierni: il genitore under 45, lo studente indipendente che svolge lavori saltuari, giovani lavoratori nelle prime fasi di carriera che amano viaggiare, lavoratori precari e infine lavoratori avviati che necessitano però di piccoli prestiti.

Il credito per millennials non funziona. I modelli convenzionali fanno affidamento prevalentemente sulle centrali di rischio, che fanno molta fatica su questo tipo di segmento perché composto da persone che generalmente sono alla loro prima richiesta di prestito, hanno una storia lavorativa giovane, oppure hanno viaggiato molto e si sono trasferiti da poco di nuovo sul territorio italiano. Cream nasce proprio per aiutare le nuove generazioni ad accedere al credito in modo inclusivo, online, da smartphone ma soprattutto in maniera istantanea e paperless – spiega Gianluigi Davassi, CEO e co-founder di Faire.ai – Niente più code in banca, niente più documenti da raccogliere e niente più tempi di erogazione tra i 5 e i 10 giorni, con Cream vogliamo rivoluzionare il settore creditizio, andando per la prima volta incontro ai millennials erogando per la prima volta prestiti in maniera inclusiva sulla base di dati open banking.

La storia di Faire.ai

Faire.ai è una piattaforma fintech B2B specializzata nell’automazione del credito al consumo che gestisce l’intero ciclo di vita di un prestito, consentendo a banche e istituzioni finanziarie di accedere al mercato del prestito istantaneo con un’unica API.

La startup offre una piattaforma cloud che abilita banche partner e istituzioni finanziarie a dare una risposta immediata alla richiesta di prestito, e ciò è possibile grazie all’open banking, che consente il recupero dei dati transazionali degli utenti. A questo punto entra in gioco l’intelligenza artificiale che consente di definire in maniera automatica il merito creditizio dell’utente. Infine, la piattaforma offre ai partner finanziari integrazioni via API per l’approvazione istantanea dei prestiti.

La partnership con Fabrick e Banca Progetto: open banking e machine learning per offrire un’erogazione del credito più efficace e veloce

Nei mesi scorsi, Faire.ai ha avviato una partnership con Banca Progetto e Fabrick, realtà che opera a livello internazionale per promuovere l’Open Finance, per sviluppare il servizio di Instant Lending innovativo, istantaneo e democratico.

In virtù dell’accordo, Banca Progetto, grazie alla tecnologia abilitante di Fabrick, che ha messo a disposizione il proprio servizio di account aggregation che rende possibile la visualizzazione da un unico touch point di tutte le operazioni che un cliente fa sui propri diversi istituti di credito e alla piattaforma di Faire, intende sviluppare un servizio di  prestiti al consumo istantanei secondo i paradigmi più moderni ed inclusivi dove si analizzeranno anche le abitudini e categorie di spesa, così come l’andamento dei rapporti tra entrate e uscite del cliente. Ciò consentirà di aprire le porte ad un credito basato su informazioni ricche e trasversali.

Per iscriversi alla waiting list e avere accesso in anteprima a Cream nella fase Beta, basta accedere al sito: https://getcream.com