Telco

Fastweb ha messo le ali, premiata dai clienti fibra

Fastweb va alla grande e conferma nel primo trimestre 2017 un aumento dei clienti, del fatturato e dei margini. Che dire di una telco che per il 15° trimestre consecutivo ha il vento in poppa e non sbaglia una mossa?

Fastweb Fastgate
Fastweb Fastgate

Partiamo dai numeri. "Nei primi tre mesi dell'anno Fastweb ha registrato una crescita del 7% del numero di clienti e ricavi per 453 milioni di euro, +3% rispetto a un anno prima", si legge nella nota ufficiale. "In crescita anche l'Ebitda a 145 milioni di euro (+11%). Stabili gli investimenti a 155 milioni di euro, pari al 34% dei ricavi".

Leggi anche: Fastweb 1 Gbps in 29 città, FTTH 2017 ma la 5G scalpita

La base clienti broadband è ormai di 2,4 milioni unità, con una crescita di 45mila nel trimestre e di 159mila rispetto allo stesso periodo 2016. Fastweb è diventato di fatto il primo operatore residenziale alternativo a TIM. "L'aumento della base clienti è stato trainato dal successo delle offerte di banda ultralarga a 100 e 200 Mbps e ulteriormente rafforzato dal lancio della nuova offerta a 1 Giga a Milano che nel corso dell'anno sarà estesa ad altre città", ricorda l'operatore.

Leggi anche: Fastweb Mobile 4G e 4GPlus da oggi, ecco le SIM

Da rilevare infatti che i clienti Fastweb attivi in fibra ottica con collegamenti da 100 Mbps a 1 Giga erano 864mila al 31 marzo, "in crescita del 29% rispetto ai 669 mila dello scorso anno, con un tasso di acquisizioni nette più che duplicato rispetto allo stesso periodo dello scorso anno".

fastweb fttc
Fastweb

Proseguono poi i lavori di sviluppo della rete FTTH – grazie a un investimento di 155 milioni di euro – con l'avvio dei cantieri in 30 nuove città nel corso del primo trimestre. "A fine marzo erano 7,7 milioni le abitazioni e le imprese complessivamente raggiunte dalla fibra ottica di Fastweb in 130 città", puntualizza Fastweb.

Leggi anche: Fastweb e TIM insieme per la fibra da 1 Gbps in 29 città

"Di queste, 2,5 milioni erano in tecnologia Fiber to the Home, anche grazie al contributo di FlashFiber – la joint venture con TIM creata a luglio 2016 per la realizzazione della rete FTTH in 29 città – che a fine marzo raggiungeva una copertura di 460 mila unità abitative e imprese".

Per quanto riguarda il comparto mobile le SIM attive hanno raggiunto quota 763mila (+31%), ma soprattutto il tasso di acquisizione di nuovi clienti è quasi triplicato rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Il commento

In sintesi, Fastweb si distingue dalle altre telco per la sicurezza del suo incedere. Ha conti stabili e prospettive di sviluppo ben congeniate. Vanta un accordo con TIM per l'FTTH e in futuro potrebbe approfittare dei servizi wholesale di Enel Open Fiber.

Sul mobile, dopo essere diventata Full MVNO grazie alla partnership con TIM, non solo ha reso più competitive le sue offerte ma vanta servizi 4G e 4G Plus ad alte prestazioni. Inoltre ha già confermato di voler diventare fornitore all'ingrosso di servizi 5G sfruttando la sua infrastruttura in fibra.

Gli avversari diretti sono in una fase di lotta a 360° (TIM) oppure di riorganizzazione (Wind-Tre), mentre quelli più piccoli stanno ancora cercando di cavalcare l'onda fibra (Tiscali). Vodafone forse è il più pericoloso, ma sebbene abbia innestato una buona marcia sulla fibra vanta una rete proprietaria ancora piccola e si affida soprattutto al wholesale.

Leggi anche: Iliad Free Mobile, sbarco italiano rimandato a fine anno

Sul mobile Vodafone gioca una partita diversa e soprattutto dovrà reagire allo scontro che si profila tra TIM e Wind-Infostrada, senza contare l'incognita Free Mobile attesa con offerte low-cost tra la fine del 2017 e l'inizio del 2018.

Ecco, proprio l'outsider francese potrà dare grattacapi a tutti. Anche Fastweb Mobile è avvertita.