Telco

Fatturazione mensile, TIM corregge al ribasso i rincari

TIM ha deciso di rispondere alle accuse di "cartello" del Garante del Mercato intervenendo nuovamente sulle tariffe mobili e residenziali."A partire dall'8 aprile 2018, il costo mensile delle offerte mobili si riduce dello 0,4%", si legge sul sito ufficiale. "I contenuti restano invariati e le offerte continuano a rinnovarsi con cadenza mensile. La riduzione dello 0,4% si applica ai prezzi in vigore dal 5 marzo 2018". Bisogna infatti ricordare che dal primo aprile avevano subito un aumento dell'8,6%.

Ganhe bônus de internet da TIM na recarga de seu pré pago

Lo stesso è avvenuto per le offerte residenziali, dove dal 1 aprile 2018 invece che applicare l'8,6% di aumento, come precedentemente annunciato, vi è stata una correzione al ribasso delllo 0,8%. L'aumento sarà quindi al 7,8%. "TIM ricorda che dal 1 aprile 2018 le offerte si rinnovano mensilmente e non più ogni 28 giorni", ha aggiunto l'operatore. 

Leggi anche: TIM torna alla fatturazione mensile con un plus sul mobile 

Insomma, questa è la "risposta" alle accuse dell'AGCOM. Il ritorno alla fatturazione mensile comporterà certamente un aumento ma in una modalità differente rispetto ai concorrenti, dimostrando l'infondatezza del presunto cartello citato nel provvedimento del 21 Marzo 2018.

Sempre sul fronte mobile bisogna ricordare che i prezzi della nuova gamma Senza Limiti (TIM Senza Limiti, TIM Young Senza Limiti, TIM Junior Senza Limiti, TIM 60+ Senza Limiti, TIM International Senza Limiti) e gli importi dovuti per il pagamento rateizzato di prodotti non subiranno alcuna variazione.