e-Gov

Fazland ti fa risparmiare sui lavori di casa: idraulici avvertiti

"Startup in Italiane di successo" questa settimana si occupa di Fazland, una piattaforma online che consente di individuare l'idraulico, l'elettricista, l'imbianchino, il posatore, insomma il professionista al miglior prezzo per qualsiasi lavoro di casa. Intervistiamo uno dei co-fondatori Vittorio Guarini.

Startup italiane di successo

La rubrica è completamente dedicata alle nuove realtà imprenditoriali emergenti, ovviamente legate al mondo della tecnologia e del digitale. Ogni settimana Tom's Hardware darà visibilità a una startup e il suo fondatore, nella speranza che altri giovani possano trarre ispirazione. E magari qualche business angel o venture capital si metta una mano sul cuore e un'altra al portafogli. Scrivetemi a dario.delia@tomshw.it.

Perché a 50 anni dalla morte di John Fitzgerald Kennedy c'è una frase del discorso del suo insediamento che è ancora carica valore e forza propulsiva. "Non chiedete che cosa il vostro paese può fare per voi, ma cosa voi potete fare per il vostro paese".

Pronti. Partenza. Via!


Presentati

Mi chiamo Vittorio Guarini ho 32 anni e insieme ai miei soci co-fondatori Alessandro Iotti e Giovanni Azzali abbiamo lanciato Fazland nel 2013, dopo una versione beta e un anno e mezzo di ricerca e sviluppo seguito alla costituzione della nostra startup a Ottobre 2011. Prima di questa avventura io e Alessandro lavoravamo in multinazionali rispettivamente in ambito di consulenza aziendale e di energia, entrambi all’estero in particolare in paesi nord europei. Giovanni ha invece esperienza nell'insegnamento IT maturata in più di dieci anni di esercizio della professione.

Vittorio Guarini


Presenta la tua startup

Il prodotto principale della startup – Midnight Call Srl – è il portale web www.fazland.com. Fazland vuole cambiare il mercato dei servizi per la casa – dalla piccola riparazione alla grande ristrutturazione – mettendo il cliente al centro del processo decisionale. Il sito permette ai clienti di richiedere preventivi per servizi compilando un modulo semplice e mirato, e ai professionisti di mettersi in competizione diretta tra loro per ottenere nuovi lavori sfruttando internet in modo semplice ed efficace.

Il sito categorizza richieste di preventivo inoltrandole alle aziende complete di tutti i dettagli ad eccezione dei recapiti dei clienti. I recapiti sono in vendita a un costo compreso tra 1 e 15 €.

Dopo aver lanciato con successo il portale in Italia durante il 2013, la startup è in procinto di vedere l'ingresso d’investitori istituzionali (i.e. fondi di Venture Capital specializzati in ambito web) per favorire la crescita e il consolidamento del team. Inoltre, nella seconda metà del 2014 il sito sarà lanciato in versione pilota in due capitali europee.

Fazland


La più grande difficoltà che hai incontrato nello sviluppo del tuo progetto

Sicuramente avere fondi per finanziare il proprio progetto e la crescita della propria startup è fondamentale, in fase iniziale abbiamo dovuto affrontare le prime difficoltà nell'autofinanziarci e non poter contare su nessun altro in attesa di dimostrare il nostro valore, per poi trovare qualcuno disposto a investire in noi. Ora pensiamo di aver trovato chi crede nel progetto e pensiamo che questi sforzi saranno ripagati ampiamente nel tempo.


Un consiglio per tutti gli startupper

Studiate, osservate, analizzate, credete nella vostra idea iniziale ma non sottovalutate anche i segnali che arrivano dall'esterno, per poter migliorare ed eventualmente cambiare anche radicalmente qualcosa che mette in discussione le vecchie certezze. 


Un errore da non fare

Non chiudersi in se stessi, appunto. E’ necessario essere determinati e andare sempre oltre le difficoltà con intraprendenza e coraggio, ma senza dimenticare di rimanere aperti a tutti i suggerimenti o gli spunti che arrivano dal mondo "esterno" alla startup, perché non ascoltare la voce degli altri, potrebbe far perdere belle opportunità che ogni giorno possono passare davanti a sé. Non esiste un prodotto, una startup, un'iniziativa o progetto pur di grandissimo valore, che possa vivere di luce propria senza bisogno dei feedback esterni, che si tratti di clienti locali o di mercato globale o semplicemente di opinione pubblica nei propri confronti, quindi è necessario saper ascoltare queste voci.


Cosa cambiare in questo paese per favorire le startup

Cambiare il paese forse è un processo che richiederà tempo e piccoli passi graduali prima di vedere qualche risultato, ma basterebbero piccoli contributi concreti in favore delle startup.

In particolare sarebbe importante la creazione di fondi dedicati che non passino necessariamente da istituti bancari – con relativi tassi di finanziamento – ma che con garanzia statale favoriscano la nascita di nuove imprese italiane investendo nella fase iniziale anche senza entrare in equity, ma monitorando da vicino risultati e spese per evitare abusi.

Banale poi menzionarlo, ma ovviamente sarebbe necessario uno snellimento della burocrazia e dei processi di pubblica amministrazione che in questo momento rischiano di interfacciarsi allo stesso modo – in termini di regolamenti e procedure – con imprese IT di 3 dipendenti e fabbriche di materie prime di 100mila operai, che hanno caratteristiche totalmente diverse.


Tre motivi per continuare a fare impresa e credere nel Made in Italy

Perché non possiamo più permetterci di aspettare il lavoro come se cascasse dal cielo. Perché abbiamo tutto ciò che ci serve per dimostrare il nostro valore culturale, professionale e imprenditoriale. Perché è bello essere artefici del proprio destino, forse molto più difficile e quindi ancora più bello riuscire a farlo "In Italy".


Puntate precedenti: