e-Gov

Feisbum, film italiano con viral marketing

La campagna promozionale di Feisbum, film italiano su Facebook, in uscita il prossimo otto maggio, è probabilmente una delle migliori che si sono viste nel nostro paese, per un prodotto nostrano.

La produzione ha tappezzato diverse città con volantini, sui quali si poteva vedere la fotografia compromettente di un ex futuro marito, corredata dal messaggio della ex futura moglie. Il tradimento rivelato grazie a Facebook, dal quale proviene la fotografia, e il matrimonio saltato. E nessun riferimento al film.


Una delle prime foto pubblcate online, con il tentativo di cancellare il cognome, per rispettare la legge sulla privacy.

A completare l'operazione, la presenza su Facebook di tutti gli elementi necessari: i due promessi sposi, il gruppo degli invitati, l'indirizzo della chiesa, e la foto incriminata, che ritrae il marito in compagnia di una focosa spogliarellista. C'è anche il video su YouTube, e l'aggiornamento di stato della fidanzata delusa: "Mi spiace, non mi sposo più".

Ci sono cascati in tanti, soprattutto passanti, ma anche qualche testata giornalistica. Se controllate in giro, dovreste ancora trovare qualche articolo imbarazzante, che racconta questa storia come se fosse vera. Qualcuno poi ha indagato, scoprendo che si tratta di una forma raffinata ed efficace di viral marketing che, secondo noi, è un ottimo candidato a ricevere i riconoscimenti nel campo pubblicitario.

Vedremo se il film di Dino Giarrusso sarà all'altezza dell'eccezionale campagna. Per il momento, oltre a consultare il sito ufficiale, potete affidarvi anche, naturalmente, alla pagina dedicata su Facebook.