Sicurezza

Ferrari e le sfide della compliance privacy in ambito aziendale: oggi il seminario

La compliance privacy è molto difficile da raggiungere in ambito aziendale anche alla luce di una normativa molto severa, ossia il ben noto GDPR (Regolamento EU 679/2016, direttamente applicabile in tutti gli Stati membri dell’Unione europea, che in Italia si accompagna al D.lgs. 196/2003).

Di ciò si discuterà in prospettiva teorico-pratica il 9 novembre (12:00-13:30) nel seminario online “Ferrari e le sfide della compliance privacy in ambito aziendale” in cui il Dott. Giacomo Cavallo (legal counsel Ferrari S.p.A.) sarà lieto di condividere la sua esperienza da Legal Counsel di un Gruppo leader in Italia e nel mondo nel settore automobilistico e del lusso, raccontandoci le sfide e le complessità dell’attività di compliance privacy.

Il Prof. Gianluigi Fioriglio, docente di Informatica giuridica nel Dip. di Giurisprudenza Unimore e avvocato, introdurrà l’incontro ricordando alcuni punti chiave della normativa vigente nell’ottica dell’adeguamento aziendale: in particolare, i principi di accountability, di privacy by design e by default, nonché – più in generale – la necessità di realizzare un “sistema privacy” inserito a pieno titolo e trasversalmente nei processi aziendali.

ferrari privacy seminario

Il passaggio dalla teoria (la normativa vigente) alla pratica (la sua applicazione in azienda su scala globale) sarà poi presentato e discusso dal Dott. Cavallo, il quale esporrà l’approccio di Ferrari alla protezione dei dati personali e presenterà alcuni casi concreti. Questo “sistema privacy” è particolarmente complesso, visto che l’azienda opera in tutto il mondo non solo nell’ambito dell’automotive in senso stretto ma anche in numerosi altri ambiti del retail e del lusso; essa si trova a trattare numerosi dati personali con molteplici modalità e strumenti.

L’incontro si chiuderà con due discussant: il Prof. Simone Scagliarini e della Dr.ssa Noemi Miniscalco, del Dip. di Economia “Marco Biagi Unimore” e dell’Osservatorio privacy Fondazione Marco Biagi.