e-Gov

Firma digitale georeferenziata su video, foto, audio e testi

InfoCert ha svelato la prima firma digitale georeferenziata, quindi capace di certificare anche il luogo dove è avvenuta una sottoscrizione di documenti informatici. La cosidetta "Firma Digitale Georeferenziata" in sintesi fornisce la sicurezza su identità, tempistica e luogo.

"La soluzione si basa su un'app che può essere scaricata e installata dall’utente sul proprio smartphone o tablet ed è protetta da specifico brevetto, risultato delle attività di Ricerca e Sviluppo di InfoCert", ricorda la nota di presentazione.

firma digitale

La questione di fondo è che i dati relativi al segnale GPS delle app comunemente impiegate possono essere modificabili e mostrano il fianco all'opponibilità di terzi. "La soluzione InfoCert, calcola localmente il riferimento geografico e lo inserisce tra gli attributi della firma in modo da avere una geolocalizzazione sicura", prosegue la nota.

Insomma, la tutela è massima poiché la "genuinità" del dato geografico è garantita mediante un client, che preleva in modo criptato alla fonte. Ogni operazione di geolocalizzazione avviene localmente sul terminale, senza contare la verifica incrociata con l’angolo di triangolazione delle celle GSM.

Fra i campi di applicazione più utili sicuramente le evidenze fotografiche per i casi di sinistro. Questa firma infatti è compatibile con testi, video, foto e registrazioni audio. Oltre al segmento assicurativo potrebbe essere utile anche in quello immobiliare "per attestare la presenza o le condizioni di edifici, terreni o locali in tempi e luoghi determinati".

Nella PA si pensi ad esempio alla "lotta all’abusivismo alla verifica dello stato di avanzamento di opere pubbliche e al conseguente controllo della relativa spesa". Nei trasporti e spedizioni invece potrebbe rendere "pienamente opponibile a terzi la prova di consegna di missive o plichi in un preciso luogo da parte di un corriere".