Tom's Hardware Italia
Fotografia

Fujifilm, tre nuove fotocamere bridge con zoom fino a 50x

Fujifilm annuncia tre nuove bridge con zoom stellari, tra cui la HS50EXR che vanta (secondo il costruttore) l'autofocus più veloce al mondo. A partire da marzo, con prezzi di circa 500 Euro per la top di gamma.

Fujifilm ha annunciato imminenti novità la sua gamma di fotocamere bridge con l'introduzione di ben tre nuovi modelli, confermando l'interesse del produttore verso questa nicchia di mercato. Focali fino a 1200mm equivalenti e fatto di di ingrandimento fino a 100x (con zoom digitale 2x) per gli appassionati del genere.

Fujifilm FinePix HS50EXR.

Si parte dall'ammiraglia HS50EXR, che vanta zoom 42x equivalente a 24-1000mm f/2.8-5.6 e quello Fujifilm dichiara essere l'autofocus più veloce al mondo, capace di focheggiare in soli 0,05 secondi. Spesso le bridge ci hanno deluso per reattività complessiva, ma saremo felici di ricrederci al momento del test. Il sensore è un CMOS da 1/2 pollice e 16 Mpixel, che incorpora anche un sistema AF ibrido responsabile della reattività descritta poco sopra.

Grazie anche al processore EXR II, di potenza raddoppiata rispetto alla precedente versione, la HS50EXR può sostenere uno scatto continuo a 11 fps per 5 fotogrammi a piena risoluzione o 5,5 fps continui a 8 MPixel, mentre stranamente non è stato diffuso il dato di sensibilità massima. Solo una svista oppure ci sarà una sorpresa al momento del lancio, che avverrà a marzo? Staremo a vedere. Nel frattempo, gli appassionati si preparino ad accumulare i 499,99 Euro richiesti.

###old2086###old

Il secondo modello annunciato è la SL1000. In questo caso la focale arriva nientemeno che a 1200mm grazie a uno zoom 50x a partire da 24mm. Se non dovesse bastare, con una zoom digitale 2x è possibile arrivare a un fattore di ingrandimento 100x! L'ottica, costituita da 17 elementi in 12 gruppi e ovviamente stabilizzata, raggiunge una luminosità massima di f/2.9-6.5 – non elevatissima, ma bisogna ovviamente tener conto dello schema ottico davvero complesso per una fotocamera compatta.  Il sensore è sempre un CMOS da 16 Mpixel, ma più compatto (1/2.3 pollici), la sensibilità massima arriva a 12.800 ISO.

Infine abbiamo la S8200, entry-level di questo gruppo, che utilizza lo stesso sensore da 1/2.3 pollici e 16 Mpixel della SL1000 ma uno zoom leggermente più limitato, equivalente a 24-960mm nel formato 35mm, con la stessa apertura massima f/29-6.5; in effetti lo schema ottico è esattamente lo stesso,  17 elementi in 12 gruppi.

Anche la SL 1000 e la S8200 debutteranno a marzo, a prezzi ancora da definire ma ovviamente inferiori a quello della HS50EXR.