Fotografia

Fujifilm X-E1, mirrorless di qualità economica e pratica

Fujifilm ha svelato la X-E1, seconda mirrorless della famiglia X che segue la capostipite X-Pro1 recensita a questo indirizzo. La X-E1 utilizza lo stesso attacco X-Mount e, come si può vedere dalle immagini in queste pagine, riprende molto dalla X-Pro1, declinando però il tutto in un corpo più compatto, leggero e, per alcuni aspetti, più pratico rispetto alla capostipite. Integra, a questo proposito, un flash a scomparsa (NG 7) di cui la Pro1 era priva, pur senza rinunciare alla slitta a contatto caldo.

La X-E1 con l'adattatore Leica M e alcune ottiche tedesche.

Le dimensioni sono sostanzialmente quelle della X100 (compatta a ottiche fisse) e l'ago della bilancia si ferma a 350 grammi, vale a dire un centinaio di grammi in meno rispetto alla sorella maggiore. Della X-Pro1, la X-E1 mantiene però la parte che conta, vale a dire il sensore X-Trans CMOS in formato APS-C da 16 Mpixel; ci si aspetta, pertanto, la medesima qualità d'immagine.

Scompare sulla X-E1 il mirino ibrido che caratterizzava la capostipite, ma questa mancanza è a nostro avviso benvenuta per tre ragioni. La prima è che è stato sostituito da un mirino elettronico con schermo OLED di altissima risoluzione e ad alto contrasto (2.36 milioni di punti, 5000:1), con lenti asferiche nello schema ottico, che costituisce a oggi lo stato dell'arte del settore; non dovrebbe quindi fare rimpiangere troppo il mirino ibrido.

La seconda è che il mirino ibrido, ne abbiamo parlato all'interno della recensione, non si adatta alle focali lunghe che tra non molto saranno disponibili. La terza, e più importante, è che l'eliminazione del mirino ibrido ha consentito un notevole risparmio: la X-E1 verrà posposta sul mercato Stati Uniti a poco meno di 1000 dollari e se, come spesso accade, questo si tradurrà in un prezzo di listino di circa 1000 euro per l'Europa, la X-E1 costerebbe il 33% in meno rispetto alla X-Pro1.

La X-E1 sarà disponibile in due varianti di colore: all-black e black-silver, come questa.

La nuova arrivata sarà equipaggiata con uno schermo posteriore da 2,8" e 460.000 punti, offrirà la stessa gamma di sensibilità estesa fino a 25600 ISO e porterà con sé il primo obiettivo zoom per le mirrorless X-Mount, il FUJINON XF18-55mmF2.8-4 R LM OIS. Stabilizzato, costituito da 14 elementi in 10 gruppi, con 3 lenti asferiche e un elemento a bassa dispersione, quest'ottica offre un'apertura massima maggiore e promette una superiore qualità ottica rispetto ai classici 18-55mm forniti in kit con le reflex economiche.

 

Il dorso della X-E1 (versione black).

Con questa lente, tra l'altro, Fujifilm dichiara per la X-E1 una migliorata velocità di messa a fuoco di soli 0.1s, frutto della combinazione tra ottica e processore d'immagine. Il ritardo di scatto dovrebbe invece attestarsi sui 5 centesimi di secondo. Altre caratteristiche del modello sono il video Full-HD 1080p e un'autonomia di scatto di 350 foto con la batteria in dotazione.

Cogliamo l'occasione per segnalare anche la disponibilità di un importante aggiornamento firmware per X-Pro1, che porta la versione alla 2.0 migliorando la velocità AF e raddoppiando la velocità di scrittura su memory card – uno dei pochi aspetti della X-Pro1 di cui ci eravamo lamentati. Il nuovo firmware è scaricabile a questo indirizzo.

AGGIORNAMENTO PREZZO E DISPONIBILITA'

Fujifilm Italia ha appena annunciato prezzi e disponibilità per il nostro mercato: 949 Euro per la X-E1 solo corpo, 1.349 euro per la X-E1 in kit con XF18-55mm F2.8-4 R LM OIS. Sugli scaffali dal mese di novembre.