Fotografia

Fujifilm X100s in foto con tutti i dettagli tecnici

Fujifilm ha annunciato ufficialmente a CES la X100s, erede dell'acclamata X100 recensita a questo indirizzo. Vediamo i dettagli di questo piccolo "mostro". La base di partenza è ovviamente la X100, che ha saputo creare una un nuovo genere di fotocamere compatte di altissimo livello. Su questa base, Fujifilm si è mossa in direzione di un mirino ibrido e di una maggiore definizione delle immagini, con un nuovo sensore e un rinnovato processore.

 

Secondo il costruttore, il sensore APS-C X-Trans II da 16,3 MP e l'EXR Processor II aumentano la risoluzione di circa il 25% e riducono il rumore di oltre il 30% rispetto al modello precedente, consentendo di catturare immagini che, sempre secondo il costruttore, sono paragonabili a quelle riprese dai sensori full-frame (grazie anche alla rimozione del filtro ottico passa basso tipica del progetto X100); se non avessimo provato la precedente X100 lo avremmo considerato impossibile, ma …

Ricordiamo che la rimozione del filtro ottico passa basso, indispensabile sulle altre fotocamere per evitare l'effetto Moiré, è qui superfluo grazie allo speciale filtro colore altamente "randomizzato", una delle innovazioni più importanti della X100. Il nuovo sensore X-Trans II incorpora anche un sensore AF a rilevamento di fase per offrire "il più rapido sistema di messa a fuoco AF al mondo" – ancora parole di Fujifilm. L'Intelligent AF Hybrid passa dall'autofocus a rilevamento di fase ad alta velocità all'autofocus a contrasto secondo la natura del soggetto o della scena, per garantire sempre il prestazioni ottimali.

Se la messa a fuoco automatica è stata migliorata, non è stata trascurata nemmeno la messa a fuoco manuale: la X100s è la prima fotocamera a offrire la funzione "Digital Split Image" che consente di visualizzare l'immagine spezzata da allineare per ottenere una precisa messa a fuoco manuale, analogamente a quanto avveniva con lo storico telemetro a immagine spezzata. Questa funzione consente di ottenere un'accurata messa a fuoco soprattutto quando si lavora con un diaframma molto aperto o nelle riprese macro. La X100s offre inoltre la funzione Focus Peak Highlight che evidenzia le aree a elevato contrasto del soggetto, fornendo una guida per quelle situazioni in cui è difficile capire se la messa a fuoco è precisa o meno.

Non manca ovviamente il mirino ibrido, quasi un simbolo della precedente X100. Il mirino elettronico garantisce una copertura del 100% del campo inquadrato con un pannello LCD da ben 2.360.000 punti. Mostra la profondità di campo durante le riprese macro e le impostazioni di bilanciamento del bianco, consentendo agli utenti di comporre con precisione lo scatto senza distogliere lo sguardo dall’inquadratura.

Il mirino ottico offre invece un ingrandimento di 0,5 a una lunghezza focale di 23mm e un campo visivo orizzontale apparente di 26 gradi. In modalità mirino ottico, gli utenti possono apportare modifiche al tempo di posa, al diaframma, al valore ISO e alle altre impostazioni di ripresa, senza distogliere lo sguardo dall'inquadratura. La cornice dell'inquadratura e la luminosità del testo si regolano automaticamente in base alla luce ambiente per assicurare la leggibilità delle informazioni sul display. Il display posteriore è invece un LCD 2,8" da 460.000 punti.

###old2091###old

L’EXR Processor II offre una velocità di elaborazione doppia rispetto a quella della precedente generazione. Così la X100s si avvia in mezzo secondo, garantisce un intervallo di scatto sempre di solo mezzo secondo e un ritardo di scatto di 0,01 secondi. La cadenza di scatto continuo è di 6 fotogrammi al secondo, per 31 fotogrammi consecutivi JPEG.

Inalterato l'obiettivo FUJINON 23mm F2, progettato specificamente per questo modello. La focale fissa consente, grazie all'angolo fisso d’incidenza della luce, di massimizzare la nitidezza dell'immagine, sia al centro sia ai bordi del fotogramma. Nel formato 35mm equivale a 35mm, quindi un medio grandangolo adatto al reportage. L’obiettivo è composto di 8 elementi in 6 gruppi e include un elemento asferico a doppia. Un morbido effetto Bokeh è assicurato dal diaframma a 9 lamelle. La fotocamera utilizza il Lens Modulation Optimizer per ridurre i fenomeni ottici come la diffrazione (importante fattore di perdita qualitativa alle aperture minori), così c'è da attendersi un migliorato livello di dettaglio anche a F16 e oltre.

Riguardo al video, la X100s può effettuare riprese Full HD a 60fps, con bit-rate da 36 Mbps. La Fujifilm X100s sarà disponibile dal mese di febbraio 2013 al prezzo di listino di 1.199,99 Euro Iva inclusa.