Fotografia

Fujifilm XF1, un nuovo gioiellino della Serie X

Pagina 1: Fujifilm XF1, un nuovo gioiellino della Serie X

Introduzione

Proseguiamo con la Fujifilm XF1 la nostra rassegna di compatte con ambizioni elevate, in cui includiamo idealmente i modelli con ottica di apertura massima maggiore di f/2 – un gruppo ristretto di cui fanno parte anche Sony RX100 (RX1), Nikon P300/P310, Samsung EX2F, Fujifilm XF1, Olympus XZ1/XZ2, Panasonic LX7 e Leica D-Lux 6.

Fujifilm XF1 Fujifilm XF1
SanDisk Ultra Scheda di Memoria SDHC 16 GB SanDisk Ultra Scheda di Memoria SDHC 16 GB

Si tratta di un gruppo eterogeneo, in cui ogni costruttore prova la sua via (più o meno) originale per assicurare al pubblico il giusto compromesso tra qualità, portabilità e usabilità. Abbiamo già visto come Sony abbia fatto una scelta "estrema", optando per l'innovativo sensore da 1 pollice che le ha assicurato grande qualità ma anche qualche problema ai bordi del fotogramma, e la Nikon P310, che ha scelto invece la via tradizionale del sensore in formato 1/2,3", versatile ma leggermente limitante in termini di qualità fotografica complessiva. Fujifilm ci mostra qui la terza via, quella del compromesso, con un sensore in formato 2/3"  – come già aveva fatto con la precedente X10.

Dal punto di vista stilistico e funzionale, la XF1 rappresenta qualcosa di originale, seppur le sue linee siano chiaramente ispirate a quelle di modelli del passato. Il corpo in pelle (ecologica) sembra infatti arrivato con la macchina del tempo dagli anni '60, ma le novità non mancano, a cominciare dall'originale ottica collassabile che consente di contenere le dimensioni entro limiti veramente ridotti in fase di trasporto.

Anche dal punto di vista economico la XF1 si colloca grossomodo a metà strada tra la Nikon P310 e la Sony RX100: il listino indica poco meno di 500 Euro, mentre online si trova a partire da 400 Euro.