Fotografia

Gli italiani in vacanza preferiscono le fotocamere digitali

Gli italiani preferiscono le fotocamere digitali tradizionali rispetto agli smartphone per gli scatti durante le vacanze. Altro che sorpasso, come rileva l'ultimo sondaggio dell'Istituto Piepoli in collaborazione con PhotoSpotLand, la community per gli appassionati di viaggi e fotografia.

Alla domanda "in quali occasioni le capita sopratutto di effettuare fotografie?", il 61% ha risposto in vacanza e il 32% in famiglia. "Gli uomini fotografano di più in vacanza, le donne più in famiglia. Sono per le fotografie in vacanza prevalentemente gli intervistati nella fascia di età 18/44 anni. Per le foto in famiglia gli intervistati tra i 35 ed i 54 anni", sottolinea la nota di accompagnamento del sondaggio.

Ancora tu?

Per le "ricorrenze" si è schierato il 23% degli intervistati, in maggioranza sopra ai 35 anni; mentre gli "eventi" sono il clou per il 23% con maggior coinvolgimento della fascia 18/34 anni. Il 20% poi afferma di non scattare quasi mai foto.

Fra gli strumenti più usati: la fotocamera digitale (64%), lo smartphone (43%) e il tablet (5%). Entrando nei dettagli si scopre che la fotocamera professionale è prevalente nella fascia di età 25/34; la fotocamera analogica a pellicola raccoglie il 4% sopratutto nella fascia di età over 45.

PhotoSpotLand

"Emerge l’aspetto tradizionalista degli italiani che prediligono Vacanza e Famiglia per immortalare i propri ricordi attraverso la fotografia. E continuano a preferire la fotocamera digitale agli smartphone, con punte di revival vintage riscontrate nelle percentuali, non marginali, di utilizzo di fotocamere a pellicola", sottolinea Mario Bucolo, CEO della startup PhotoSpotLand.

E voi in vacanza cosa usate? Fotocamera digitale o smartphone?

Personalmente fotocamera digitale compatta, ma sempre più spesso lo smartphone. Poi l'altro giorno quando ho portato una macchinetta fotografica usa e getta a stampare, e mi hanno chiesto circa 15 euro, ho capito che per la pellicola è finita. Almeno sul mercato di massa.