Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

Gli sviluppatori? Per il CEO di GitHub si estingueranno

Secondo Chris Wanstrath, CEO di GitHub, il mestiere di programmatore è destinato a svanire prima o poi, perché le macchine si programmeranno da sole.

Durante l'ultima edizione dell'annuale conferenza GitHub Universe organizzata dall'omonimo sito da molti considerato il più importante luogo di incontro per programmatori, il CEO Chris Wanstrath ha fatto una previsione di quelle che non si dimenticano facilmente, soprattutto se siete degli sviluppatori. Sì, perché secondo Wanstrath nel mondo del futuro non c'è posto per la vostra professione, perché le macchine si programmeranno da sole.

La posizione espressa potrebbe sembrare di primo acchito un po' eccentrica, ma in realtà Wanstrath non fa che portare alle estreme conseguenze le premesse presenti nell'evoluzione stessa della programmazione.  Agli albori infatti non c'era altro modo di programmare che scrivere manualmente l'intero codice necessario.

maxresdefault

Man mano che i software o gli applicativi diventavano più sofisticati però cresceva anche la mole di codice da scrivere, la cui stesura avrebbe richiesto tempi eccessivi. Per questo furono realizzate le librerie, raccolte di codice già pronto e riutilizzabile, che facilitava tantissimo il lavoro.

Leggi anche: Musk, terza guerra mondiale per colpa dell'AI

Questa tendenza è ovviamente ancora all'opera e sono sempre più le soluzioni che consentono di passare dallo scrivere codice all'assemblare codice, come in un gioco di bricolage, diminuendo progressivamente la quantità di codice da compilare.

Leggi anche: Elon Musk e 116 esperti all'ONU: fermate le armi autonome

Ma questo è già il passato. Microsoft, assieme all'Università di Cambridge ad esempio sta lavorando da tempo allo sviluppo di DeepCoder, un'Intelligenza Artificiale in grado di scrivere autonomamente del codice. "Noi crediamo che il futuro della programmazione stia nel non programmare per niente", ha concluso Wanstrath dinanzi a una platea che immaginiamo attonita.

untitled

Anche questo settore dunque in futuro sarà messo a rischio dall'evoluzione tecnologica e dallo sviluppo di robot e IA in grado di svolgere meglio e più velocemente lavori che prima facevamo noi. Ma la posizione espressa da Chris Wanstrath suggerisce una paura ancora più profonda rispetto alla semplice perdita del lavoro, vale a dire quella espressa da personalità come Musk, Gates o il fisico Steven Hawking: se infatti in futuro le macchine dovessero programmarsi da sole, gli sviluppatori non saranno gli unici a estinguersi. O no?