e-Gov

Google: fatturato e utili in crescita, Motorola ramo secco

Google ha chiuso il quarto trimestre del 2013 con un fatturato di 16,86 miliardi di dollari, in aumento del 17% rispetto allo scorso anno. L'utile operativo si è aggirato attorno a 3,92 miliardi di dollari, in crescita sui 3,39 miliardi del quarto trimestre 2012. L'utile netto si è invece attestato a 3,38 miliardi rispetto ai 2,89 miliardi dell'anno passato.

"Abbiamo concluso il 2013 con un altro grande trimestre di crescita. Il fatturato della sola Google è cresciuto del 22% su base annua a quota 15,7 miliardi", ha affermato l'amministratore delegato Larry Page. "Abbiamo fatto grandi progressi nel migliorare un'ampia gamma di prodotti e nel perseguire gli obiettivi di mercato. Sono anche molto contento di poter migliorare la vita delle persone ancora di più grazie al duro lavoro sull'esperienza utente".

Larry Page

Patrick Pichette, direttore finanziario di Google, ha sottolineato l'incremento delle vendite di app e contenuti tramite il Play Store e allo stesso modo ha tessuto le lodi del Nexus 5, che ha riscosso un ottimo successo di mercato, e della chiavetta Chromecast. Bene anche i Chromebook, che però non impattano sui conti dato che la maggior parte dei prodotti è venduta da terze parti.

All'interno del fatturato di Google ci sono diverse divisioni. I siti gestiti da Big G, nel loro complesso, hanno raccolto 10,55 miliardi di fatturato (+22% sull'anno precedente), mentre la rete dei siti partner ha raggiunto i 3,52 miliardi (+3%). Alla voce "altro" troviamo 1,65 miliardi, un incremento del 99% sugli 829 milioni di fine 2012.

I "paid click", cioè i click sulle pubblicità servite dai siti Google e da quelli partner, sono cresciuti del 31% nel quarto trimestre 2013 sull'anno passato e del 13% sul terzo trimestre. Il costo per click medio, invece, è sceso dell'11% su base annua e del 2% su base sequenziale. Infine, non va dimenticato che nel bilancio c'è ancora Motorola Mobility, dato che stiamo parlando della fine dello scorso anno. L'azienda si prepara a essere venduta a Lenovo per poco meno di 3 miliardi.

Nexus 5

Il fatturato di Motorola è stato paria a 1,24 miliardi, in calo rispetto agli 1,51 miliardi dello stesso periodo dell'anno precedente. La casa alata ha registrato una perdita operativa di 384 milioni. Google quindi non solo si è tenuta gran parte dei brevetti nell'operazione con Lenovo, ma ha tagliato una voce di in perdita non indifferente. Non che l'azienda non avesse la potenza per sostenerla, dato che ha 58,72 miliardi di liquidità e dà lavoro a tempo pieno a 47.756 persone nel mondo (43.862 in Google e 3.894 in Motorola). Tuttavia quando un ramo ritieni sia secco, lo tagli, soprattutto se sei sul mercato.

I dati presentati dalla casa di Mountain View hanno in qualche modo rispettato le stime di Wall Street. Gli analisti si aspettavano 16,75 miliardi di fatturato e un utile per azione di 12,26 dollari. Nel primo caso, il dato è stato superato, mentre l'utile per azione si è fermato a 12,01 dollari. Le contrattazioni after hours però sembrano indicare che il mercato ha reagito bene (+4%), anche perché l'azienda ha annunciato un frazionamento azionario.