Sicurezza

Google Maps è pieno di attività commerciali fasulle. Rischio truffa dietro l’angolo

Se la chiave di casa si rompe, il bagno si allaga o l’auto resta in panne sull’autostrada, solitamente le persone vengono colte da ansia e cercano una soluzione rapida che le faccia rientrare a casa propria o risolva comunque il problema. In questi casi molti non vanno troppo per il sottile e contattano il primo indirizzo che trovano, esponendosi, a quanto afferma il Wall Street Journal, a possibili truffe. Secondo una recente inchiesta infatti Google Maps sarebbe letteralmente invaso di false attività commerciali. I dati dello studio parlano addirittura di 11 milioni di attività fasulle.

La loro natura può essere molto diversa. Si va dalle attività commerciali che davvero non esistono, fino a quelle in cui i competitor sostituiscono i numeri di un negozio con altri sbagliati e inesistenti, o col proprio. Ovviamente i rischi maggiori provengono dalla prima categoria. Potrebbe capitare infatti di chiamare qualcuno che si crede essere un professionista del settore per poi ricevere invece un servizio scadente, magari al doppio del prezzo di mercato, come riporta lo stesso WSJ tra le storie verificate citate ad esempio.

Photo credit - depositphotos.com

‎Questa non è comunque la prima volta che accade qualcosa di simile. Già lo scorso anno Google ha dovuto rimuovere più di 3 milioni di profili business falsi, disabilitando anche i 150.000 account utilizzati per la loro creazione. Inoltre, in ‎‎un post sul blog‎ ufficiale‎, la società di Mountain View ha anche spiegato come più dell’85 % di queste rimozioni siano state internamente segnalate dal proprio sistema, mentre oltre 250.000 profili falsi sono stati segnalati dagli utenti.

‎Attualmente inserire un’attività commerciale su Google è gratuito e relativamente facile. L’indirizzo aziendale infatti può essere verificato semplicemente tramite un SMS, una telefonata o una cartolina inviata all’indirizzo indicato. Questo ovviamente ha portato Google map a poter offrire un portfolio enorme, 150 milioni di attività in Google My Business rispetto ai 25 milioni delle Pagine Bianche, ma ha anche aperto la porta a possibili frodi, che ora Google dovrà affrontare regolarmente.

Google da parte sua ha già fatto sapere di aver rimosso tutti gli indirizzi riportati dal Wall Street Journal e di aver introdotto nuove misure di sicurezza, soprattutto per quanto riguarda le attività più a rischio.