e-Gov

Google+ tira il fiato, e sugli pseudonimi si cambia

La crescita di Google+ sembra rallentare. Experian Hitwise US, azienda specializzata nell’analisi del traffico Web, sostiene che il social network di Google si stia espandendo a ritmo leggermente differente rispetto alle settimane precedenti.

I dati di Experian Hitwise dicono che la scorsa settimana 1,79 milioni di persone hanno eseguito l’accesso al social network, in calo del 3% rispetto alla settimana precedente. Negli ultimi 7 giorni c’è stata anche una diminuzione della durata media di ogni sessione, passata da 5 minuti e 50 secondi a 5 minuti e 15 secondi (-10%). È interessante notare come questo dato sia notevolmente più basso rispetto alla durata media delle sessioni Facebook, circa 22 minuti.

Contemporaneamente alla pubblicazione di questi dati, Google sembra essere tornata sui propri passi riguardo alla cancellazione dei profili registrati con nickname sul proprio social network. Il cambio di rotta è stato ufficializzato da Bradley Horowitz, un responsabile dello sviluppo di Google+.

L’azienda di Mountain View introdurrà a breve la possibilità di usare pseudonimi nel proprio servizio, inserendoli in un campo chiamato “Altri nomi”. I nickname non sostituiranno il proprio nome, ma permetteranno ai propri amici e conoscenti di eseguire ricerche lo pseudonimo come chiave di ricerca.

Google ha deciso che modificherà il processo d’iscrizione a Google+ per ridurre la probabilità che i nuovi utenti vengano cancellati a causa dell’uso di pseudonimi. Per chi è già iscritto con un nickname, il servizio proporrà di cambiare il proprio nome tramite a una pagina dedicata.

Nonostante l’azienda abbia cambiato idea riguardo all’uso di nickname, la sua decisione presa nei giorni scorsi riguardo ai profili business non cambia. Attualmente Google sta cancellando gli account di VIP e aziende registrate su Plus. L’azienda di Larry Page e Sergey Brin introdurranno nel corso dei prossimi mesi gli account dedicati espressamente a personalità famose o aziende.