e-Gov

GreenPeace bacchetta Dell, Lenovo e HP

Greenpeace toglie punti ad HP, Lenovo e Dell, perché le tre aziende non stanno rispettando gli impegni per il 2009. La versione aggiornata della Guida all'elettronica verde, quindi, tiene conto del fatto che non si sta rispettando l'impegno ad eliminare prodotti chimici tossici dai processi produttivi.

Tra i cinque grandi produttori di PC del mondo, solo Apple, a quanto pare, sta prendendo iniziative valide. Bene anche Philips, come avevamo ricordato tempo fa.

Il punteggio di Apple è cresciuto di 4,7 punti, e l'azienda passa dalla quattordicesima alla decima posizione. Tutti i prodotti Apple oggi sono privi di PVC e BFR (ritardanti di fiamma a base di bromo), fatta eccezione per i cavi di alimentazione, la cui certificazione è in corso d'opera. Greenpeace, infine, si complimenta con l'azienda per aver enfatizzato gli aspetti ecologici dei MacBook, negli annunci (pdf dei risultati Apple).

Anche HP, Dell e Lenovo si erano impegnate ad eliminare gli stessi materiali tossici entro la fine del 2009, ma hanno fatto sapere che non ce la faranno. Dell e Lenovo offrono comunque alcuni prodotti privi di questi materiali, ma solo la seconda ha stabilito una nuova scadenza per la loro eliminazione, la fine del 2010.

Il premio per il "migliore dell'anno", infine, va a Philips, per essersi assunta la responsabilità del riciclaggio dei proprio prodotti.