Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Home Cinema

Hard Disk multimediali, cinque modelli a confronto

Pagina 1: Hard Disk multimediali, cinque modelli a confronto

Introduzione

Anni fa Microsoft, assieme ad alcuni produttori di hardware, si lanciò in un'avventura dal fine molto interessante: trasformare il salotto di casa nel centro multimediale dell'intrattenimento. I file digitalizzati, audio e video, erano riproducibili solo su PC. Ecco quindi nascere il concetto di Media Center, che in poche parole possiamo definire come un PC travestito da videoregistratore. L'idea era interessante e rimodellava l'approccio ai computer, senza però stravolgerlo, poiché in fin dei conti si trattava sempre di PC. 

Samsung M3 1TB Samsung M3 1TB
Western Digital WD10EZEX Caviar BLUE HardDisk SATA 1 TB Western Digital WD10EZEX Caviar BLUE HardDisk SATA 1 TB
Seagate (Samsung) ST500LM012 Seagate (Samsung) ST500LM012

Venne poi il momento delle Console da gioco Next Gen, in grado di trasformarsi alla bisogna in riproduttori di musica e film. Anche le console precedenti, come la prima Xbox o la PS2,  potevano trasformarsi in Media Player. Alcuni utenti, inoltre, ancora oggi collegano il Notebook all'impianto TV. Tutto ciò è però ben lontano dalla facilità d'uso ed ergonomia che chiunque, specialmente chi è a digiuno di tecnologie, desidererebbe.

Tornando ai primi Media Center, questi portavano con loro degli intrinsechi problemi legati alla loro natura: difficoltà d'uso – seppur con interfacce semplificate, i PC media center erano sempre PC e richiedevano un minimo di conoscenza tecnica per risolvere i problemi – rumorosità, spazio d'archiviazione e difficoltà di trasferimento dei file.

Praticamente tutti, o quasi, siamo in grado di usare un videoregistratore o un lettore DVD. Un dispositivo da salotto deve condividere la stessa facilità d'uso. È in questo panorama che nascono gli hard disk multimediali, dispositivi che incorporano la semplicità di un videoregistratore e le potenzialità di un computer.

Disponibili in diverse forme e dimensioni, questi prodotti devono essere semplici da usare e nel contempo devono offrire la compatibilità con tutti i formati digitali più diffusi. Caricare una canzone o un video e poi non poterlo riprodurre sarebbe alquanto fastidioso. Per i meno avvezzi è inoltre impensabile armeggiare con software di conversione audio/video. Insomma, se questi prodotti vogliono entrare nei salotti, non possono sottrarsi alla regola "Accendi e Play".

Abbiamo provato cinque Hard Disk Multimediali, i modelli Eminent HD Media RT EM7080, Patriot Box Office, Lacie LaCinema HD, Freecom MediaPlayer II e il Qnap NMP1000.