Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Home Cinema

HDR anche per la TV via satellite, non solo streaming

La TV satellitare potrà supportare l'HDR (High Dynamic Range) grazie a una tecnologia royalty-free chiamata HLG (Hybrid Log Gamma) e co-sviluppata da BBC e dal network televisivo giapponese NHK.

La recente sperimentazione in occasione della conferenza mondiale SEA Astra Industry Day in Lussemburgo ha confermato la maturità dello standard. Da rilevare che oggi si fa un gran parlare delle qualità dell'HDR ma per la diffusione in ambito televisivo, ogni riferimento è soprattutto legato allo streaming – si pensi ad esempio a Sky e Netflix.

EF950V 02
LG EF950V

Per il test sono stati trasmessi contenuti in alta qualità via satellite a un TV LG OLED – compatibile con HDR 10 e Dolby Vision – utilizzando HLG e il supporto dei satelliti di comunicazione geostazionari SES. Secondo l'azienda sudcoreana grazie ai pixel auto illuminanti, i pannelli OLED sono l’ideale per sfruttare al meglio la tecnologia HDR.

"La tecnologia HLG invia il segnale attraverso un unico flusso di dati, decodificabile sia da dispositivi che supportano l’HDR, sia da quelli non compatibili", spiega la nota ufficiale di LG. "Grazie a questa nuova tecnologia anche i TV SDR (Standard Dynamic Range) possono migliorare il rapporto di contrasto e la resa dei colori".

SES INDUSTRY DAY JPG

Considerato il coinvolgimento di BBC e NHK nello sviluppo non stupisce la flessibilità del progetto, pensato per consentire ai broadcaster di trasmettere un solo segnale compatibile con tutti i TV, dai più moderni a quelli più datati. "Non utilizzando metadati infatti, l'HLG è compatibile con le attuali infrastrutture di broacasting e sarà quindi più semplice la sua adozione su larga scala", prosegue la nota.

"LG è da sempre in prima linea sul fronte dell’innovazione del mondo televisivo", ha commentato Wayne Park, Executive Vice President e Head of European Operations di LG."Insieme ai nostri partner, stiamo lavorando affinché l’HDR possa entrare nelle case di tutti i consumatori".