Telco

Huawei in trattativa con società USA per la cessione di licenze tecnologiche 5G

Huawei ha avviato una serie di trattative con società di telecomunicazioni statunitensi per la concessione di licenze relative alla sua tecnologia di rete 5G. La conferma arriva direttamente da un dirigente dell’azienda, stando a quanto riporta Reuters.

Vincent Pang, vicepresidente senior e consigliere di amministrazione della società, ha ammesso che alcune società d’oltreoceano hanno manifestato interesse sia per un contratto a lungo termine che per un trasferimento una tantum. I nomi non sono stati svelati, considerata la delicatezza della trattativa e probabilmente anche l’attuale fase conoscitiva.

“Ci sono alcune aziende che ci parlano, ma ci vorrà un lungo percorso per finalizzare davvero tutto”, ha spiegato Pang in visita a Washington questa settimana. “Hanno mostrato interesse”. Il confronto è iniziato solo da poche settimane e nessuno è entrato ancora nei dettagli, però è evidente che la mossa dell’AD Ren Zhengfei del 10 settembre ha funzionato. Ai tempi durante una lunga intervista rilasciata a The Economist aveva spiegato che Huawei avrebbe venduto volentieri a qualsiasi realtà occidentale l’uso delle sue tecnologie 5G: nello specifico un pacchetto completo con l’accesso perpetuo a tutti i brevetti, alle licenze, ai progetti tecnici e al know-how legato alla produzione.

Quali potrebbero essere a questo punto i potenziali acquirenti? Gli addetti ai lavori sostengono che difficilmente potrebbe trattarsi dei colossi europei come Nokia ed Ericsson – e quindi le rispettive filiali statunitensi. Più probabile un emergente oppure una cordata di imprese, poiché negli Stati Uniti non esiste un fornitore 5G di riferimento.