Tom's Hardware Italia
Sicurezza

I pirati usano i videogiochi per riciclare il denaro sporco

Forse qualcuno se l’è chiesto: una volta clonata una carta di credito, come fanno i pirati informatici a incassare i soldi senza farsi rintracciare? Una delle tecniche scoperte di ricercatori della società di sicurezza Kromtech sfrutta i videogiochi per piattaforma mobile, in particolare quelli su dispositivi Apple. Il giochetto funziona in questo modo: una volta […]

Forse qualcuno se l’è chiesto: una volta clonata una carta di credito, come fanno i pirati informatici a incassare i soldi senza farsi rintracciare? Una delle tecniche scoperte di ricercatori della società di sicurezza Kromtech sfrutta i videogiochi per piattaforma mobile, in particolare quelli su dispositivi Apple.

Il giochetto funziona in questo modo: una volta ottenuti i dati delle carte di credito, i cyber-criminali creano dei falsi account iOS abbinati alle carte di credito stesse. Usano poi gli account per acquistare potenziamenti e contenuti extra di alcuni celebri videogiochi per iPhone che rivendono su siti paralleli, incassando il denaro "pulito".

istore
Il videogioco è conosciutissimo e gli appassionati spesso acquistano i potenziamenti su “canali paralleli” che i pirati sanno come sfruttare.

La tecnica di riciclaggio è stata scoperta quasi per caso, ma secondo i ricercatori potrebbe trattarsi di un sistema utilizzato regolarmente. Per approfondire il tema e saperne di più leggi l’articolo completo su Security Info, il sito Internet completamente dedicato alle news e agli approfondimenti sul tema della sicurezza informatica.