Home Cinema

I sistemi audio 2.1 di Altec, Creative e Logitech uniscono un design elegante a un suono di qualità

Pagina 1: I sistemi audio 2.1 di Altec, Creative e Logitech uniscono un design elegante a un suono di qualità

2.1: il numero magico

Introduzione

Se partite con il presupposto che un sistema di casse per computer
debba occupare il minor spazio possibile ma essere comunque capace di riprodurre
l’intera gamma sonora, allora c’è solo una soluzione: un paio di piccole
casse e un grosso subwoofer per i bassi. Questo è il cosiddetto 2.1:
due satelliti e un subwoofer che ospita anche la maggior parte della componentistica
elettronica, come ad esempio l’amplificatore, e gli ingressi principali. Questo
sistema permette di ridurre le dimensioni dei satelliti, che non necessitano
di dover riprodurre frequenze molto basse. Ovviamente il subwoofer risulterà
ingombrante ma può essere nascosto sotto alla scrivania senza pregiudicare
la qualità sonora.

Con questa soluzione è necessario avere almeno un doppio
sistema di amplificazione (un canale per il sub e uno per i satelliti). Un filtro
elettronico permetta di discriminare le frequenze e di indirizzarle alle casse
giuste. Tra i due satelliti, normalmente c’è un filtro passivo anche
se talvolta c’è una doppia amplificazione, cosa peraltro piuttosto superflua
per questo tipo di apparecchiature.

Sembra piuttosto che i nostri tre concorrenti si siano messi
d’accordo sul design dei satelliti, estremamente sottili in modo da poter essere
elegantemente affiancati al monitor. Il problema è che in questo modo
bisogna raggiungere un compromesso con la qualità sonora e, come vedremo,
sono state scelte soluzioni contorte.

Per quanto concerne il subwoofer, è stato necessario
tener presente le dimensioni dell’altoparlante, quelle della cassa di risonanza,
la risposta in frequenza e un volume il più alto possibile, tutte cose
non facili da mettere insieme. In ogni caso, è sempre meglio avere la
possibilità di controllare i livelli audio separatamente, perchè
in base alla posizione in cui ci si trova e al tipo di musica, il suono può
cambiare parecchio.