e-Gov

IBM: Linux anche sul desktop

"Linux è ormai pronto a conquistare anche il mercato desktop
e IBM è pronta a sostenerne l’avanzata
". Questo, in sintesi,
il messaggio che IBM ha lanciato dal palco della conferenza organizzata dal
Linux Desktop Consortium, un messaggio che si pone in netto contrasto con le
recenti dichiarazioni rilasciate dal boss di Red Hat, Matthew Szulik.

Non è un caso, secondo alcuni osservatori, che l’annuncio di IBM arrivi
a breve distanza da quello con cui Novell ha comunicato la propria intenzione
di acquisire SuSE e di estendere il proprio servizio di supporto anche alle
soluzioni Linux per il desktop. Big Blue sembra appoggiare questa visione attraverso
il preannunciato investimento in Novell di 50 milioni di dollari e attraverso
alcuni accordi che, in futuro, potrebbero addirittura portare le due aziende
alla fusione dei rispettivi servizi di supporto per Linux.

Il guru dell’Open Soruce, Bruce Perens, afferma che per accelerare la diffusione
di Linux sul mercato desktop, le aziende dell’open source debbano collaborare
fra loro per sviluppare una singola distribuzione desktop basata su Debian.
Perens sostiene inoltre che gli introiti deriveranno dalla vendita di soluzioni
personalizzate e dai servizi di supporto e consulenza.