IoT

IFA 2017, gli elettrodomestici hi-tech che fanno sognare

Chi l'ha detto che all'IFA si parla soltanto di smartphone e altri prodotti hi-tech? Quest'anno in particolare alla fiera tedesca si è registrata una folta presenza di produttori di elettrodomestici, che hanno mostrato dispositivi sempre più smart, evoluti e autonomi. In questo articolo abbiamo dunque deciso di raccogliere in una breve panoramica gli elettrodomestici più interessanti tra quelli mostrati alla fiera berlinese.

I forni cuoceranno e si puliranno da soli

Partiamo dal forno, uno dei componenti principali di ogni cucina ma anche incubo di tutti quando si arriva alla pulizia e alla cottura. In futuro però, con i forni Miele e Grundig questi non saranno più dei problemi. Miele Dialog ad esempio è un forno a onde elettromagnetiche, capace di cuocere diverse pietanze in maniera differenziata e di comprendere anche quando ciascuna di esse sia giunta a cottura.

La novità rispetto ai comuni microonde non riguarda solo la banda in cui opera (900 MHz anziché 2,4 GHz), ma soprattutto la capacità di emettere uno spettro di frequenze attorno al valore principale, controllando l'intensità per ciascuna di esse.  In questo modo in pratica, a differenza dei comuni forni a microonde che fanno riscaldare i cibi provocando l'eccitazione delle molecole d'acqua, il forno Miele emette onde di diversa frequenza, a seconda delle diverse molecole che vuole eccitare, scegliendo quindi una procedura diversa e più adatta per ciascun alimento selezionato.

142132 smart home news miele dialog image1 ehp4avwf12
Miele Dialog

Grazie a due antenne presenti all'interno del vano cottura inoltre il forno riesce a "capire" il livello di cottura degli alimenti, rilevando l'energia residua non assorbita dall'alimento. Miele Dialog arriverà sul mercato ad aprile del 2018, a un prezzo per il momento proibitivo, 8000 euro. Ma un domani queste tecnologie potrebbero diventare comuni in tutte le case.

Anche Grundig ha proposto qualcosa di simile presso il suo stand, mostrando un prototipo in grado anch'esso di riconoscere i cibi, scegliendo automaticamente la miglior procedura di cottura e indicando all'utente il tempo residuo. Grazie a un sistema automatizzato inoltre, il forno Grundig avvia da solo il programma di pulitura delle superfici interne. Al momento l'azienda però non si è sbilanciata su tempi di disponibilità e prezzo, che comunque sarà sicuramente elevato.

Lavare i panni? Lo faremo con una penna

Molto interessante la soluzione presentata da Electrolux per eliminare le macchie dai capi di abbigliamento e da altri tessuti. Niente lavatrici stavolta, in futuro basterà una penna. PerfectCare è infatti una penna a ultrasuoni che, poggiata sul capo bagnato, è in grado di disgregare le macchie, staccandole dalle fibre. PerfectCare però non è un semplice trattamento di prelavaggio, perché è efficace anche su rivestimenti, ad esempio quelli dei divani, e altri tessuti che non possono andare in lavatrice.

Electrolux PerfectCare è stato già introdotto in alcuni mercati del Sud America e presto arriverà anche in Europa, a un prezzo non ancora ufficializzato.

Che c'è in frigo?

Il frigorifero è ovviamente un altro componente fondamentale delle nostre cucine, quello che fa la differenza sulla bolletta ma anche sulla conservazione degli alimenti e quindi sulla riduzione degli sprechi a causa di cibi andati a male prima del tempo.

haier f plus refrigerator 1
Haier F+

Haier F+ è un elettrodomestico avanzatissimo da questo punto di vista. Dotato di cinque porte ha una tecnologia in grado di controllare costantemente i livelli di ossigeno presenti in ciascuno scomparto, così da assicurare che gli alimenti restino freschi e intatti anche nel sapore. Una serie di sensori a infrarossi invece rileva la temperatura interna in meno di un secondo, in modo che il sistema intelligente distribuisca l'aria fredda all'interno in maniera intelligente, evitando escursioni eccessive (dovrebbero essere limitate a + o – 0,2° C. Molto interessante anche il comparto per il congelamento rapido, capace di scendere fino a -30° C in 30 minuti, utile per preservare le caratteristiche strutturali e nutritive degli alimenti. F+ arriverà sul mercato nel 2018, a un prezzo non ancora stabilito.

Le lavatrici parlano e lavano in metà tempo

Chiudiamo con un altro elettrodomestico di grande rilievo nelle nostre vite, la lavatrice. Samsung ha introdotto la nuova famiglia QDrive capace di dimezzare (non semplicemente diminuire) il tempo di lavaggio dei capi, mantenendo intatte tutte le altre caratteristiche, come ad esempio al classe energetica A+++ 50%. Come? Grazie a un innovativo cestello il cui fondo è indipendente dal resto della struttura e dotato di particolari protuberanze. Potendosi quindi muovere e ruotare autonomamente è in grado di aumentare l'efficacia del lavaggio, dimezzandone la durata.

QuickDrive Infographic thumb704
Samsung QDrive

Vi sembra una tecnologia un po' fredda? Allora fate un pensierino a Bianca di Candy, con lei infatti sarà possibile dialogare. "Questi posso metterli assieme?", oppure "va bene questo programma per questi capi?" Rivolgete fiduciosi le vostre domande a Bianca, grazie a una versione personalizzata di Google Assistant, saprà rispondervi, anzi essa stessa vi porrà diverse domande prima di avviare il proprio ciclo di lavaggio, così da assicurarsi che non abbiate dimenticato nulla. Candy Bianca arriverà a breve sul mercato con costi a partire da 500 euro.


Tom's Consiglia

Un elettrodomestico smart già disponibile sul emrcato è sicuramente l'aspirapolvere: date ad esempio un'occhiata a questa Neato Botvac D5 Connected.