Criptovalute

Il cashback delle vacanze è in criptovalute, grazie a Booking.com

Nonostante le tante incognite dovute all’andamento della pandemia Covid-19, sembra che tantissime persone siano pronte a viaggiare per godersi le vacanze. Perciò Booking.com ha avviato una collaborazione con Maps.me, piattaforma di supporto ai propri viaggi che include anche un wallet digitale. In cosa consiste questa partnership?

Booking.com garantirà un cashback sulle prenotazioni di alloggi, versati in criptovalute direttamente nel wallet digitale di Maps.me. La nuova funzione sarà disponibile per gli utenti che possiedono una base di token MAPS Rewards, abbonamento con sottoscrizione che arricchisce l’app di ulteriori funzioni e la rende uno strumento ancora più utile e flessibile per i nostri viaggi. Maps.me spiega che gli utenti che possiedono almeno 30 MAPS Rewards, riceveranno inizialmente il 3% di cashback – sempre in MAPS Rewards. Con l’aumento dei fondi, si potranno sbloccare tassi di cashback maggiori: 7% per 100 MAPS Rewards e 10% per 300 MAPS Rewards.

La nuova funzione di MAPS Rewards sarà lanciata inizialmente solo in mercati selezionati in Europa. In futuro, la collaborazione potrebbe essere ampliata ad altre piattaforme. La criptovaluta MAPS è stata lanciata all’inizio dell’anno e ha registrato un buon successo – la capitalizzazione iniziale di mercato è di 22 milioni di dollari. La collaborazione con Maps.me potrebbe essere il primo passo di Booking.com, con la dovuta cautela, nel mondo delle criptovalute e della finanza decentralizzata.

Se l’esperimento dovesse andare a buon fine, ci aspettiamo che Booking.com ampli la propria offerta e possa prevedere cashback più appetitosi per i clienti più attivi. Ma Booking.com non è il primo portale dedicati ai viaggi ad avvicinarsi alle criptovalute: la piattaforma è stata Travala e il riscontro è stato positivo.

Vuoi viaggiare senza muoverti da casa? Procurati un kit per la realtà virtuale: il migliore per i neofiti è Oculus Quest 2.