e-Gov

Il Dipartimento per la trasformazione digitale cerca una ventina di talenti per la PA (che vorremmo)

Il Dipartimento per la trasformazione digitale sta cercando nuove risorse per lo sviluppo dei servizi, architetture, e non solo, per rivoluzionare la pubblica amministrazione. La Ministra per l’Innovazione Paola Pisano ha dato il via a una campagna di assunzioni per realizzare una nuova squadra di specialisti.

Ci rivolgiamo a persone motivate, tecnicamente molto esperte, con esperienze professionali in ingegneria, informatica, big data, matematica, statistica, machine learning, software open source, sicurezza, product design e user experience, sviluppo applicazioni mobile, software architecture e relazioni sviluppatori”, si legge sulla nota ufficiale. “Cerchiamo veri e propri ‘missionari’ che avranno l’opportunità di contribuire a un progetto che ha l’ambizione di essere il ‘volano dell’innovazione’ per il Paese. Persone con comprovati successi nei rispettivi settori, con esperienza operativa e non solo di consulenza, con il desiderio di fare la differenza, abituate a pensare ‘fuori dagli schemi’ e con il coraggio di cambiare lo status quo”.

In questo momento vi sono una ventina di posizioni aperte. A partire da quella per un “Esperto della Presidenza del Consiglio dei Ministri” che possa coordinare i diversi “stakeholder” pubblici nella gestione di programmi digitali, esistenti e futuri, in maniera integrata con una metodologia agile e un approccio open data. Vi sono posti anche per API Expert, privacy specialist, head of design, security engineer, software engineer, UI/UX designer, etc. Si parla di compensi compresi tra 60mila e 100mila euro con contratti di durata massima di 3 anni. La sede di lavoro è tendenzialmente Roma, ma è prevista anche la possibilità in alcuni ambiti di lavorare da remoto.

Per ogni ulteriore informazione consultare questa pagina.