Libri e Fumetti

Il super libro degli scienziati in erba


Il super libro degli scienziati in erba
Genere
Scienze, natura e tecnologia
Formato
Copertina rigida
Autore
Veronique Schwab
Editore
Editoriale Scienza
Collana
A tutta scienza
rubrica bimbi

Si può bere a testa in giù? Come fanno le rane a camminare sull’acqua? Cos’è che alza il coperchio quando l’acqua bolle in pentola?

Ieri ho portato a casa Il super libro degli scienziati in erba e dopo i compiti avevo promesso a mia figlia di farla divertire con qualche esperimento “da grandi”. Considerato che il libro è per i bambini dai sette anni e lei ne ha sei, in effetti era vero!

La prima figura a colpirla è stata quella di una rana con una strana faccia: le ho spiegato che aveva il singhiozzo e che fra i consigli per farlo passare c’era quello di bere appoggiando le labbra sul lato opposto del bicchiere. Avete mai provato? Non è per niente facile! Ci si è messa d’impegno, con il gatto che la osservava sospettoso proprio come quello delle illustrazioni, ma alla fine (dopo essersi fatta andare l’acqua nel naso, aver lavato il pavimento e non solo…) ha deciso che d’ora in poi quando avrà il singhiozzo userà questo metodo perché “questo sì che funziona!“.

Impaziente ha voluto sfogliare le pagine per capire cos’altro c’era. Si è fermata poco più avanti, dove c’erano delle figure con bicchieri e fazzoletti di carta. Quando mi ha visto immergere nella bacinella il bicchiere rovesciato con il fazzoletto asciutto al suo interno ha scommesso se sarebbe uscito bagnato, e quando ha constatato che si sbagliava ho visto una delle più belle espressioni di stupore che mi abbia regalato.

Già che c’eravamo abbiamo fatto anche l’esperimento con il bicchiere, l’acqua, la chiave e la candela, e ha voluto ripeterlo decine di volte fino a quando non si è convinta, fra una risata fragorosa e molteplici rovesciamenti d’acqua.

Eravamo solo a pagina 16 su 136 quando è arrivata l’ora di preparare la cena, e sono riuscita a interrompere l’attività solo con la promessa che oggi l’avremmo ripresa, e che avrebbe fatto vedere tutti i “trucchi” a papà perché ormai era una scienziata vera (wow che velocità!).

IMG 20161118 142726

La mia piccola tester mi ha fatto capire senza troppo sforzo i punti vincenti di questo libro di Editoriale Scienza: prima di tutto le illustrazioni, che fanno capire con un colpo d’occhio anche a un bambino che cosa serve e come procedere con l’esperimento. In secondo luogo le molteplici curiosità di cui sono disseminate le pagine, che sono corredate da immagini colorate e che attirano l’attenzione perché hanno la soluzione scritta sottosopra. Anche mia figlia – che era in preda alla foga degli esperimenti – ha finito per soffermarsi sulle curiosità e chiedermi di leggerle.

Da non trascurare poi i coloratissimi box “ecco perché” che alla fine di ogni esperimento spiegano i motivi dietro a quegli incredibili (per un bambino) risultati ottenuti. Aggiungo poi che ciascun esperimento si svolge in tre passaggi, quindi non c’è nulla di così complicato da non poter essere svolto da un bambino.

Mia figlia non ha ancora avuto il tempo per apprezzare la parte più descrittiva (che è mirata ai più grandicelli, oltre a dare delle buone idee agli insegnangti della scuola primaria) che introduce gli argomenti dei 10 capitoli e che propone quiz e nozioni interessanti in pillole su Biologia, Matematica, Fisica, Astronomia, Elettricità e altro.

Io passerò il fine settimana a fare esperimenti, e probabilmente mia figlia non mollerà la presa fino a quando non avrà esaurito tutti gli argomenti. Ecco perché chi ha bambini curiosi riuscirebbe a tenerli impegnati per ore senza alcuno sforzo di fantasia: il libro pensa a tutto… gli adulti dovranno giusto asciugare qualche pozza d’acqua!