Tom's Hardware Italia
e-Gov

In Italia crescono del 51% i pagamenti digitali

Agli italiani piace utilizzare forme digitali per i propri pagamenti, gli strumenti che hanno conosciuto una crescita più alta sono il contactless e lo smartphone.

I pagamenti in Italia sono sempre più digitali. A dirlo sono gli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano che hanno analizzato il comportamento di acquisto dei consumatori nel 2016. I dati sono stati forniti da sessantotto retailer italiani. Sono stati acquistati beni per un totale pari a 190 miliardi di euro attraverso i nuovi strumenti digitali come eCommerce, Mobile POS e pagamenti contactless. Questo volume di pagamenti rappresenta il 24% dei consumi di tutte le famiglie italiane con un incremento del 51% rispetto al 2015.

smartphone pay

I nuovi sistemi di pagamento incuriosiscono gli utenti, spesso ignari delle potenzialità dei loro strumenti. Per migliorare la situazione, i commercianti hanno iniziato a proporre soluzioni orientate al cliente. In questo modo è la curiosità che spinge i clienti a sfruttare le nuove tecnologie. Dopo aver provato per esempio il pagamento contacless, una transazione così veloce diventerà abituale spiega Alessandro Perego, Direttore Scientifico degli Osservatori Digital Innovation.

L'eCommerce è la modalità di acquisto trainante dei New Digital Payment. Il volume di acquisti generato è di 18.7 miliardi di euro con una crescita del 14%. Gli italiani per questi acquisti utilizzano soprattutto carte di credito o i wallet elettronici.

contactless

Con 7 miliardi di euro e oltre 140 milioni di transazioni eseguite, i pagamenti contactless sono la nuova frontiera della comodità e della velocità. Avvicinando semplicemente la carta di credito ad un POS abilitato, sarà possibile avviare la transazione. Nonostante la soglia massima per non inserire il PIN sia di 25 euro, lo scontrino medio registrato è di 50 euro. Questo significa che la funzione contactless viene sfruttata per ogni spesa effettuata con la carta e ritenuta più comoda della strisciata classica. Si stima che i pagamenti contactless entro il 2019 varranno tra i 50 e i 70 miliardi di euro.

Cresce anche l'utilizzo dello smartphone come sistema di pagamento. Grazie all'unione di funzioni come NFC, GPS, e QR-Code è possibile utilizzare il proprio telefono, collegato ad un wallet, per pagare. Questa soluzione è in crescita del 63% e raggiunge i 3,9 miliardi. Il proprio smartphone viene utilizzato sempre di più anche per effettuare l'acquisto di biglietti del bus, corse dei taxi e servizi di car/bike sharing.

credit card

In apertura di articolo sottolineavamo come il cambiamento passa anche dai commercianti. Infatti cresce del 21% l'utilizzo dei Mobile POS con una stima di 85.000 unità a fine 2016. Le transazioni effettuate superano gli 800 milioni di euro con una crescita del 75% rispetto al 2015. Questi numeri fanno sì che in media ogni Mobile POS esegua quasi 9500 euro di transazioni all'anno. A questo ritmo di crescita, si stima che nei prossimi tre anni i Mobile POS attivi arriveranno a transare tra gli 1,2 e gli 1,6 miliardi di euro all'anno.

Su tutti i fronti c'è ancora un ampio margine di crescita. È possibile effettuare ancora delle trasformazioni culturali per adattarsi alle nuove esigenze. Ovviamente serve maggiore informazione riguardo ai vantaggi di utilizzare le nuove metodologie di pagamento, ma la strada intrapresa sembra funzionare bene, almeno per il momento.