Home Cinema

Iniziamo dalle basi

Pagina 2: Iniziamo dalle basi


Iniziamo
dale basi

Down to basics

Le schede Creative utilizzano il ben conosciuto chipset Audigy
2, basato su un potente DSP (Digital signal processor) operante a 32 bit ed
alla frequenza di 48 kHz. Il chipset e i relativi componenti sono connessi con
convertitori a 24-bit che hanno la capacità di raggiungere la frequenza
di 192 kHz in riproduzione e 24-bits / 96 kHz in registrazione.

L’Audigy 2 presenta alcuni svantaggi. Per esempio, esiste
la possibilità di sfruttare la funzionalità “direct-to-disk”
a 24 bits/96kHz, ma il flusso dell’audio non può prende vantaggio
dalla tecnologia DSP. Apllicare effetti in tempo reale, non è di fatto
possibile.

Una scheda della Creative , la Platinum, differisce inoltre
per la presenza di un circuito Sigmatel STAC9721T (18bits / 48 Khz), che gestisce
le entrate analogiche della scehda.

La Platinum EX, invece, non ha entrate analogiche e i flussi
audio passano attraverso il bus PCI. La positività è che non è
necessario un cavetto per collegare il CD/DVD, ma la cosa negativa è
che la connessione delle periferiche è abbastanza limitata.

Down to basics

La Terratec è basata sul chipset VIA Envy 24 HT. La
principale caratteristica della scheda è l’alta qualità
di riproduzione. Supporta i 24 bit ad una frequenza di 192 kHz, con un massimo
di 8 canali (7.1).

Una cosa negativa è che sono disponibili solo 2 canali
di entrata a 24 bit, capiamo quindi che questa scheda non è stata progettata
per la registrazione multi-canale. Per i connettori analogici interni, Terratec
utilizza il circuito a 18 bit Sigmatel STAC9744T funzionante a 48 kHz.

L’ Envy 24HT non offre particolari opzioni per processare
il suono, ma può, comunque, operare su una vasta gamma di frequenze.

I concetti utilizzati nelle schede di Creative e Terratec
sono differenti ma comunque entrambi apprezzabili. La Creative, a differenza
di Terratec, integra un potente DSP ma è limitata dalla frequenza di
48 kHz, e non ha la capacità di processare il suono in tempo reale.

Terratec ha adottato un approccio senza DSP. Questa scelta
incide molto sull’utilizzo del Software e della CPU.