Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

ISS, il modulo gonfiabile BEAM non si espande come dovrebbe

Il Controllo Missione della NASA ha interrotto per oggi le operazioni per espandere BEAM, il modulo gonfiabile agganciato alla ISS. Riprenderanno in data da destinarsi.

Oggi sono iniziate le operazioni per espandere il BEAM (Bigelow Expandable Activity Module) dal modulo Tranquility della ISS. La grande attesa è stata parzialmente delusa perché le operazioni sono state interrotte nel primo pomeriggio per un problema tecnico.

20151222 beam 01
BEAM come dovrebbe essere una volta epsanso

Per chi non lo ricordasse, BEAM è un modulo gonfiabile che è stato realizzato dall'azienda aerospaziale Bigelow Aerospace, dietro finanziamento della NASA. È stato spedito sulla Stazione Spaziale l'8 aprile all'interno di un vano di carico pressurizzato nella navicella Dragon di SpaceX. Oggi era in calendario la sua espansione, che era in diretta sul sito ufficiale NASA TV.

L'attenzione mediatica era rivolta al fatto che questa è la prima volta che si aggancia un modulo gonfiabile alla ISS e servirà – fra le altre cose – per comprendere se soluzioni di questo tipo possano essere stabilmente impiegate in futuro, magari in strutture sulla Luna o su Marte. Il vantaggio di una soluzione del genere è palese: pesa meno e occupa meno spazio all'interno del vano di carico, quindi è meno dispendioso trasportarlo alla sua destinazione nello Spazio.

snaps beam still about beam expansion on nasa tv public  r4
BEAM al termine delle operazioni odierne

Nel caso specifico di BEAM non si tratterà di un modulo abitativo, ma di un sistema di test per misurare temperatura, pressione e radiazione all'interno del modulo, con l'obiettivo di raccogliere dati per due anni, comprese le informazioni relative alla resistenza e eventuali impatti con detriti spaziali.

Poco prima delle 15 (ora italiana) il Controllo Missione della NASA ha bloccato le operazioni di "gonfiaggio" dopo che si sono verificati dei problemi tecnici che non hanno permesso l'espansione regolare di BEAM, in larghezza e in lunghezza. Ora verranno analizzati i dati, intanto attendiamo la conferenza stampa ufficiale per maggiori dettagli.

Aggiornamento: al contrario di quanto annunciato ieri, NASA e Bigelow Aerospace hanno deciso di non ritentare oggi l'espansione di BEAM. Continueranno le indagini per capire i motivi dell'anomalia nelle operazioni di ieri e monitoreranno il modulo gonfiabile per capire cosa potrebbe influenzare il volume prima. Oggi è in calendario un'altra riunione, intanto la NASA assicura che i membri dell'equipaggio a bordo della Stazione Spaziale Internazionale sono al sicuro e che sia BEAM sia la ISS sono in una configurazione stabile. Per gli aggiornamenti in tempo reale consigliamo di seguire l'account Twitter @Space_Station o l'hashtag #BEAM.