Elettrodomestici

Jimmy F6 | Recensione

Jimmy, azienda attiva nel settore dei piccoli elettrodomestici per la casa, amplia costantemente il suo catalogo e tra le ultime novità c’è l’asciugacapelli F6. Non è un segreto che l’azienda stia, per alcuni suoi prodotti, seguendo da vicino uno dei brand più affermati del settore. Stiamo parlando di Dyson, infatti è sufficiente dare un’occhiata alle scope elettriche Jimmy per ritrovare l’iconico design dell’azienda inglese. E lo stesso si può dire dell’asciugacapelli F6, che ricalca le linee del Dyson Supersonic, che abbiamo recensito un paio di anni fa. Ma non facciamoci ingannare dalla somiglianza, l’F6 è tecnicamente molto differente dal modello Dyson, nonostante erediti alcune caratteristiche fisiche che influiscono positivamente sull’uso. E ovviamente il prezzo è molto differente, considerando che l’asciugacapelli Jimmy costa la metà, circa 200 euro, un prezzo decisamente più conveniente, ma sempre impegnativo.

Come è fatto

Il design è praticamente lo stesso del Dyson Supersonic, con un corpo corto su un manico posto centralmente che evita lo sbilanciamento del peso in avanti o indietro, come accade invece con un asciugacapelli dal design classico.

Differentemente dal Supersonic, che include il motore digitale responsabile della generazione del flusso d’aria all’interno del manico, l’F6 raggruppa tutto nella testa, non differentemente dagli asciugacapelli classici. Questo è il motivo per cui, maneggiandolo, si ha la sensazione di un peso maggiore rispetto al modello Dyson, che in realtà pesa anche di più. Tutto sta nella distribuzione del peso. In ogni caso il peso rimane sotto controllo e non tale da diventare un problema.

L’altra conseguenza del design classico riguarda l’accumulo di polvere nella parte posteriore del corpo principale, in maniera identica a un asciugacapelli classico. Il filtro è molto fitto, basterà ruotare la parte posteriore per sganciare la copertura e rimuovere la polvere.

Tutti i comandi sono posti sul manico. Un interruttore per l’accensione, un pulsante per la modalità di funzionamento (cioè alla pressione si disattiverà il riscaldamento per un getto d’aria fredda), due ulteriori pulsanti su tre impostazioni per temperatura e potenza.

Nella confezione, assieme all’asciugacapelli, sono presenti tre bocchette, una standard, una di dimensioni ridotte per un getto d’aria più preciso e potente, e un diffusore solitamente usato per dare volume e per capelli mossi. La stessa dotazione del Supersonic, con la stesso design a doppia camera che evita il surriscaldamento della superficie esterna, con lo stesso attacco – molto comodo – magnetico.

La lunghezza del cavo di poco più di un metro è solo sufficiente. Dovrete avere una presa elettrica a non più di mezzo metro da dove vi asciugate i capelli se non vorrete avere “difficoltà di manovra”.

È disponibile in due colori, uno nero/viola, e uno rosso. La potenza dichiarata è di 1800 watt.

Prova d’uso

All’accensione si capisce immediatamente che Jimmy ha utilizzato una soluzione elettronica molto simile a quella di Dyson, infatti viene citato l’uso di un motore digitale. Niente e che vedere con i normali asciugacapelli con ventola e modulo riscaldante. Istantaneamente l’asciugacapelli emette un flusso d’aria preciso e diretto. Il motore ruota ad alta velocità emettendo un sibilo molto distintivo.

L’esperienza d’uso non è così differente da quella offerta dal Supersonic al doppio del prezzo.

Anche l’F6 è dotato di un sistema di controllo della temperatura che dovrebbe tenere sotto controllo costantemente la temperatura dell’aria in uscita, e regolarla di conseguenza, evitando getti d’aria troppo calda che possano stressare e rovinare i capelli. Dobbiamo tuttavia constatare che non funziona perfettamente, o quantomeno non bene quanto il Supersonic. La temperatura aumenta con il tempo e quando si avvicina ai capelli il cambio di temperatura non è istantaneo. Dipende da quanto è importante tale funzione per voi: se siete abituati ai normali asciugacapelli, non noterete niente di diverso, se invece volete un prodotto molto professionale, questa mancanza potrebbe infastidirvi.

La differenza di bilanciamento del peso si sente, ma il design aiuta ugualmente ad avere un ottimo controllo.

Peccato per l’inserimento della modalità “aria fredda” come pulsante che cambia modalità, mentre sarebbe stato più comodo attivare il flusso freddo alla pressione per poi ritornare al flusso d’aria riscaldato non appena si toglie il dito dal pulsante.

Verdetto

Jimmy F6 è un asciugacapelli con tante qualità, offre un design che permette di maneggiarlo con precisione, e il flusso d’aria potente e diretto permette di asciugare i capelli più velocemente, nonché fissare più velocemente e con precisione l’acconciatura.

Nonostante ci siano qualità chiare rispetto agli asciugacapelli tradizionali, il prezzo è sicuramente una barriera per molti. Certo, cosa la metà rispetto al Supersonic di Dyson, ma 200 euro è un prezzo comunque alto considerando che è possibile acquistare un asciugacapelli a poche decine di euro.

Siamo tuttavia certi che una volta provato, difficilmente vorrete tornare indietro. Che siate donne con folte capigliature e complicate acconciature, o uomini con capigliature più classiche che non ritengono l’asciugacapelli un elettrodomestico così fondamentale per la loro vita.

Se avete sempre sognato di acquistare il Dyson Supersonic, ma siete stati bloccati dal costo, il Jimmy F6 è la vostra chance per avere un prodotto simile, ma alla metà del prezzo.

Jimmy F6

F6 di Jimmy è un asciugacapelli con motore digitale che si ispira al Dyson Supersonic, offre prestazioni simili, ma costa la metà.

Verdetto

Jimmy F6 offre molte caratteristiche simili al Dyson Supersonic, ma costa la metà. È un asciugacapelli molto valido, vi offre il massimo controllo e la possibilità di asciugare i capelli in maniera più veloce e precisa.

Pro

– Design bilanciato
– Getto d’aria immediato, potente e preciso
– Bocchette magnetiche e sempre fresche

Contro

– Cavo alimentazione corto
– Non costa poco
– Il pulsante dell’aria fredda deve essere premuto per attivare e per disattivare il getto freddo