Sicurezza

Kaspersky Internet Security for Mac: quasi come quella PC

Sì, lo sappiamo: gli utenti Mac sono molto meno sensibili ai temi sulla sicurezza di quelli Windows. Del resto, il numero di attacchi alla piattaforma della Mela sono molto inferiori rispetto a quelli Windows, ma ci sono un bel numero di "però" che la maggior parte dei possessori di computer Apple sottovaluta.

Innanzitutto, anche se il numero di minacce è inferiore, non significa che siano inoffensive. Anzi… Del resto basta un malware benfatto per fare disastri di portata epica (vedi CryptoLocker su Windows).

3D KISMAC 2016
Siamo nel 2016, ma la gente vuole ancora comprare delle scatole anche per un codice di registrazione

In secondo luogo, gli attacchi di phishing e scam tesi a rubare dati o informazioni sensibili sono indipendenti dalla piattaforma e quindi gli utenti Mac sono esposti quanto quelli di altri sistemi operativi.

Una soluzione di sicurezza, quindi, sarebbe sensata per qualsiasi utente e finalmente la suite di Kaspersky copre tutti gli ambiti, inclusi quelli che prima era gestiti solo su piattaforma Windows.

Iniziamo dalla caratteristica più scontata: la protezione contro malware e attacchi software. Secondo i dati del KSN, il network che raccoglie le segnalazioni che vengono generate automaticamente dalle suite installate sui pc degli utenti, gli attacchi al Mac sono comunque molto più frequenti di quanto non si pensi, con una minaccia al secondo identificata e bloccata dal solo modulo antivirus.

Gli aggiornamenti delle firme seguono le stesse tempistiche di quelle della versione Windows, anche se sono molto meno corposi.

Mac Malware
Il numero di malware per Mac è una frazione di quello per Windows, ma l'anno scorso c'è stata una crescita preoccupante

Il modulo di difesa per la privacy adesso vanta 3 campi d'operazione: l'antiphishing, che analizza le url nelle quali si vanno a inserire dati per esser sicuri che non siano siti finti gestiti da pirati; il Private Browsing per Safari, Chrome e Firefox che blocca più informazioni di quante non siano filtrate dalle funzioni native dei singoli programmi; la Webcam Protection, ossia un blocco all'utilizzo della webcam da parte di programmi non autorizzati.

In quest'ultimo modulo, una piccola differenza con Windows c'è: sul sistema operativo di Microsoft possiamo configurare quali applicazioni possono accedere senza chiederci il permesso, mentre su Mac possiamo solo abilitare o disabilitare globalmente la protezione.

Safe Money è un modulo che crea delle protezioni aggiuntive quando vengono aperte delle sessioni web con banche e altri istituti finanziari (tipicamente Paypal e simili), per evitare l'azione di keylogger e software che trasferiscono il contenuto dello schermo.

Dopo l'articolo che abbiamo pubblicato su come funziona questa tecnologia, è stata migliorata anche la compatibilità con molti servizi che non funzionavano correttamente. Se quindi l'avevate disabilitato perché non funzionante con uno dei vostri siti di riferimento, provate di nuovo: potreste avere una gradita sorpresa.

Migliorata e ampliata nelle sue possibilità risulta anche la protezione per bambini e ragazzi che adesso è pienamente configurabile fino in dettagli minimi quali l'accesso ai giochi, ai social network (Facebook, Twitter e Yahoo Answer & soci) e alle chat.

Molto utile è la possibilità di controllare il grado di difesa direttamente dall'interfaccia web. Anche se questa è una caratteristica che verrà sfruttata a pieno solo in ambienti lavorativi, il poter configurare e controllare lo stato del computer di parenti poco avvezzi senza dover metter le mani sulla macchina è sicuramente conveniente.

In definitiva, una suite completa di sicurezza per Mac potrebbe essere ancora poco apprezzata dagli utenti OS X, ma sarebbe ora di iniziare a rassegnarsi perché una volta persi i propri dati non tornano indietro.

Kaspersky Internet Security for Mac Kaspersky Internet Security for Mac
kasperskystore