Criptovalute

La bitcoin beach arriva anche in Brasile

Jericoacoara, nel Brasile orientale è il sito scelto dal Governo per avviare la sperimentazione di una propria “spiaggia bitcoin”, sull’esempio di quella realizzata in El Salvador. L’esperimento mira a creare un nodo, aiutare lo sviluppo dell’economia locale e diffondere l’uso di bitcoin.

Il Brasile dal 2020 offre ai progetti blockchain e ai loro creatori libertà e immunità da divieti o restrizioni. In particolare, dalla Brazilian Securities and Exchange Commission (CVM). Inoltre, il Paese, sugli oltre 211 milioni di abitanti, ha oltre 1 milione di utenti crittografici legali.

L’interesse per l’adozione di criptovalute è in costante aumento in Brasile, anche a seguito dell’adozione di bitcoin in El Salvador. Secondo The Blockchain LatAm Report 2021 di Sherlock Communications, “i brasiliani sono stati i maggiori sostenitori del cripto-riconoscimento nella regione, con il 56% a sostegno dell’approccio di El Salvador e il 48% che afferma di volere che anche il Brasile lo adotti”.

Al momento però non ci sono specifici piani del governo brasiliano per adottare bitcoin come moneta a corso legale nel Paese, almeno per ora, anche se il deputato che ha proposto il disegno di legge epr regolamentare l’uso di criptovalute si è detto ottimista riguardo alla possibilità che, prima o poi, anche il Brasile segua le orme di El Salvador.