Spazio e Scienze

La NASA arruola astronauti ma non serve essere superdotati

La NASA recluta astronauti per le prossime missioni spaziali, compreso Marte. La selezione purtroppo è aperta solo ai cittadini statunitensi, ma il bando di concorso è una buona occasione per sapere quali requisiti bisogna avere per poter aspirare a diventare un astronauta.

Le candidature iniziano oggi e i risultati delle selezioni saranno annunciati a metà 2017, ma la cosa più interessante è che i fortunati che ce la faranno potranno volare sulla ISS, così come su uno dei velivoli spaziali in sviluppo – come per esempio le navicelle Orion e Dragon – per le missioni di lunga durata nell'esplorazione dello Spazio profondo.

15 234

Fra le mete c'è anche Marte, nominato espressamente nell'annuncio: "la NASA sta progettando un viaggio ambizioso su Marte e stiamo cercando uomini e donne di talento per aiutarci a raggiungere l'obiettivo […] straordinari americani che compiranno il prossimo grande passo nell'esplorazione" scrive l'amministratore della NASA ed ex astronauta Charles Bolden, che aggiunge: "questo prossimo gruppo di esploratori spaziali ispirerà la generazione di Marte a raggiungere nuovi risultati ambiziosi e ci aiuterà a realizzare l'obiettivo di lasciare impronte umane sul Pianeta Rosso".

I nuovi astronauti potranno inoltre salire a bordo della navicella Orion, lanciata con il razzo di Space X, per fare missioni senza precedenti nell'orbita lunare. Lì l'agenzia spaziale svolgerà missioni per aumentare le proprie conoscenze sulle operazioni complesse nello Spazio profondo che saranno il passo intermedio prima di arrivare alle missioni di più lunga durata come il viaggio verso Marte.

journey to mars

Veniamo ai requisiti che si devono avere. La NASA selezionerà candidati qualificati da un pool eterogeneo di cittadini degli Stati Uniti, tra cui ingegneri, scienziati e medici. Quello che è richiesto è una laurea in ingegneria, scienze biologiche, scienze fisiche, informatica o matematica, meglio se con un dottorato. Il candidato ideale deve poi avere alle spalle tre anni di esperienza professionale maturata nel suo ambito di studio, o in alternativa almeno 1.000 ore come pilota di aerei jet.

Per quanto riguarda la preparazione fisica richiesta ci sono una vista perfetta, pressione sanguigna nella norma (140/90) e un'altezza compresa fra 1,57 e 1,90 metri. Dopo le selezioni i candidati dovranno affrontare un biennio di studi e test al termine dei quali ci sarà la seconda e definitiva scrematura.

Se avete i requisiti richiesti, tranne la cittadinanza statunitense, tenete d'occhio il sito dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA), di cui fanno parte – fra gli altri – gli astronauti italiani Luca Parmitano e Samantha Cristoforetti.