e-Gov

La Salerno-Reggio Calabria diventerà una smart road

La Salerno-Reggio Calabria è una gigantesca smart drug che al solo nominarla fa viaggiare la mente degli italiani in dimensioni parallele. Da ieri il livello psicotropo è destinato ulteriormente a salire. Il presidente dell'ANAS, Gianni Vittorio Armani, ha annunciato la pubblicazione di un bando da 20 milioni di euro (sulla Gazzetta Ufficiale) per trasformare i 500 km dell'A3 in "smart road".

Dal 1929 non è ancora giunta al completamento, eppure si parla di rinnovamento telematico. "Infrastrutture tecnologiche avanzate per l'infomobilità e la sicurezza su circa 440 km dell'intero itinerario", dice l'ANAS. Va bene che il premier Matteo Renzi ha promesso il completamento di ogni lavoro per dicembre, ma l'ennesimo bando e fiume di denaro per questo progetto lascia un po' perplessi.

salerno reggio

"Smart Road è un progetto ad alto contenuto innovativo tra i primi al mondo nel settore stradale e unico per un tracciato di oltre 400 km", ha commentato Armani. "Il progetto prevede l'integrazione di tecnologie, avendo come focus l'automobilista e la sua tutela". Insomma, fornire in tempo reale informazioni sulle condizioni ambientali e di traffico.

Si parla di Wi-Fi "in motion", un'app e un nuovo standard per le comunicazioni a corto raggio (DSRC). Tecnologie che guardano al futuro, quando sarà possibile il dialogo tra veicoli e anche con l'infrastruttura. Prevista anche la posa di fibra ottica, in linea con il "piano banda larga" del Governo, e la creazione di "green island" per la produzione di energia pulita a favore dei veicoli elettrici, droni e mezzi per la logistica. Infine ANAS vorrebbe l'integrazione di sensoristica avanzata per il monitoraggio e la gestione della manutenzione.

E non è finita qui, perchè il progetto "Smart road" entro la fine dell'anno verrà esteso a tutta la penisola, con bandi da complessivi 60 milioni di euro per coprire 1.500 km di strade e autostrade ANAS.