Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

La tempesta in un bicchiere, la Scienza con l’effetto Wow!

In questo periodo sono in pochi a volersi cimentare con letture "impegnate"; in compenso le vacanze danno modo ai molti che durante l'anno leggono poco (o nulla) di farsi un po' di cultura. Per questo per la rubrica di questa settimana ho scelto un libro che non richiede alcuna conoscenza pregressa, che si fa leggere […]

In questo periodo sono in pochi a volersi cimentare con letture "impegnate"; in compenso le vacanze danno modo ai molti che durante l'anno leggono poco (o nulla) di farsi un po' di cultura. Per questo per la rubrica di questa settimana ho scelto un libro che non richiede alcuna conoscenza pregressa, che si fa leggere in totale rilassatezza anche sotto all'ombrellone e non pretende di insignire nessuno di un titolo di laurea. Promette semplicemente a chiunque di imparare qualche piccola curiosità. S'intitola "La tempesta in un bicchiere. Fisica nella vita quotidiana" ed è scritto dalla popolare divulgatrice scientifica Helen Czerski, docente allo University College di Londra.

Come molti prima di lei, Helen ha capito che alcuni fenomeni della Fisica sono interessanti spunti per ampliare le conoscenze scientifiche di un ampio pubblico generalista. A differenza di molti è riuscita nell'intento di scrivere un libro breve, interessante in ogni sua parte, ed estremamente efficace nel soddisfare le curiosità più comuni.

71YqpI0jb6L

Parte dal presupposto che ogni giorno, nella vita normale, chiunque entri in contatto con principi della Fisica che ignora, ma di cui conosce perfettamente l'effetto, anche se non ne sa spiegare la causa. Quello che lei fa è spiegarla, inanellando una serie di chicche che possono quasi apparire come una sorta di "libro dei perché", e che invece non è altro che un geniale saggio di Fisica di base – ma leggendo non ce se ne accorge.

Messe da parte meccanica quantistica, teoria delle stringhe e altre cose "astruse", l'autrice parla di occhiali che si appannano quando si entra in un locale caldo d'inverno, del colore della marmellata, del tè che straborda dalla tazza, del tostapane, dei popcorn che scoppiettano in pentola, del cestello della lavatrice che gira… e di molto altro. Di fenomeni insomma di cui siamo spettatori tutti i giorni, e di cui non ci siamo mai chiesti il motivo.

Ci pensa l'autrice a darci un motivo per interessarcene, e leggendo ci si accorge che all'improvviso è maledettamente interessante saperlo! Nella maggior parte dei casi l'effetto Wow è pronto all'uso, e non serve banalizzare nulla affinché le spiegazioni diventino fruibili a chiunque: sono semplici e sono intuitive, solo che senza le adeguate conoscenze scientifiche mancano i termini per fare l'associazione! Come scrive l'autrice, "c'è della bellezza nella semplicità. A maggior ragione quando la bellezza emerge dalla complessità".

Per vedere tutti gli altri libri recensiti in questa rubrica fate clic qui.

Com'è facile intuire, questo non è un libro per chi frequenta la facoltà di Fisica. È un saggio semplice e divertente indirizzato a chi è animato da una spontanea curiosità verso quello che gli accade attorno, o a chi non è si è mai chiesto il "perché?" di alcuni fenomeni, ma se qualcuno glielo spiega resta affascinato. Dalle scuole medie alla terza età tutti possono leggere questo libriccino con grande soddisfazione, e magari prendere spunto per fare qualche domanda trabocchetto ad amici e parenti. È proprio uno di quei libri che con il passaparola finisce per conquistare tutta la famiglia.

Depositphotos 128107110 l 2015
Gli occhiali si appannano? Scoprite perché! Foto: Depositphotos

Buon divertimento!


Tom's Consiglia

Se vi piacciono i popcorn, dopo avere capito perché scoppiettano procuratevi la Macchina per Popcorn Retro in acciaio inossidabile. Solo per veri fan!