Tom's Hardware Italia
Home Cinema

La terza generazione di iPod all’opera

Pagina 5: La terza generazione di iPod all’opera
Quando quelli della Apple decidono di produrre qualcosa di nuovo, solitamente fanno un buon lavoro. Con la terza generazione di iPod, hanno aggiunto una serie di nuove caratteristiche per aumentarne la funzionalità. Abbiamo inoltre preso in considerazione alcuni accessori molto utili per chi vuole estendere la versatilità dell'iPod.

La terza generazione di iPod all’opera

Come ricordato poc’anzi, i maggiori cambiamenti rispetto alla
versione precedente, si sono riscontrati nell’hardware; anche il firmware, comunque,
ha subito una revisione.

La nuova versione 2.0.1 del firmware include alcune peculiarità
che portano delle implementazioni ben accette all’iPod. Innanzitutto, sono presenti
due nuovi giochi oltre al classico "Brick" (un gioco in stile "Pong").
Sul mio precedente iPod, avevo finito Brick dopo svariate ore di viaggio in
aereo e apprezzo la bella trovata della Apple di aggiungere anche "Parachute"
e "Solitaire". Parachute è un gioco di guerra, basato su un
pezzo d’artiglieria contraerea, che prevede il tentativo di bloccare dei paracadutisti
prima che atterrino e distruggano la vostra postazione. Solitaire è una
vera perla, dato che questa ben fatta versione dovrebbe riuscire ad impegnare
per diverse ore il giocatore, che nel frattempo si ascolta tranquillamente le
canzoni contenute nell’iPod. Nonostante non ci siano dichiarazioni della Apple
riguardo un aggiornamento al firmware 2.0.1 anche per le versioni più
vecchie della prima e seconda generazione, sono dicuro che molti utenti di iPod
si stiano augurando che ciò avvenga.

Oltre ai giochi sopraccitati, la Apple ha inserito altre due
nuove caratteristiche. Una è il "Notes", che vi permette di
memorizzare file di testo per poterli leggere sull’iPod. E’ indicata per essere
usata soprattutto per brevi promemoria da avere sott’occhio. Tuttavia, mancando
una funzione di blocco di sicurezza, non è consigliato tenere informazioni
importanti, nell’eventualità che perdiate il vostro iPod o che vi venga
rubato. Parlando di "perdita" o furto, sarebbe stata una buona idea
se la Apple avesse inserito anche una sorta di opzione "Di chi è
questo iPod?" con una funzione di registrazione accessibile da dentro a
uno dei menu. Aiuterebbe a far sì che l’iPod ritorni al suo legittimo
proprietario, nel caso in cui venisse trovato da qualcuno onesto.

Come vi potreste aspettare, la docking station è la
caratteristica di maggior interesse. Assomiglia molto di più a una saponetta
che a un alloggiamento per un apparecchio elettronico. Tuttavia, il design rientra
nell’eleganza complessiva su cui la Apple ha deciso di puntare. Il connettore
per la docking station sembra essere predisposto per sviluppi futuri; stanno
uscendo numerosi accessori, infatti, che iniziano a farne uso. Quando il connettore
non è usato, può essere coperto dal cappuccio fornito e, date
le dimensioni ridotte di quest’ultimo, la Apple ha deciso di inserirne uno di
ricambio, per coloro che dovessero perderlo. La docking station è data
in dotazione con i modelli dal 15GB e da 30GB, ma non per quello base da 10GB.
E’ disponibile separatamente per 40$ e ciò significa che, se vi alletta
questo accessorio, sarebbe meglio puntare al modello da 15GB che, oltetutto,
ha 5GB di spazio in più.

La terza generazione di iPod all'opera


L’iPod riposto nella sua base,
inclusa con i modelli da 15GB e da 30GB. Per quello da 10GB, può essere
acquistata separatamente al costo di 40$.