Tecnologia

Lavoratori con competenze digitali? Solo il 23% purtroppo

I lavoratori con competenze digitali elevate in Italia sono solo il 23%, contro una media europea del 32%. A suonare l'allarme è stato il presidente dell'ISTAT Giorgio Alleva, oggi durante l'audizione al Senato."Il divario è ancora maggiore quando si considera l'insieme della popolazione in età di lavoro", ha sottolineato. "Tra i cinque maggiori paesi europei, l'Italia mostra il più basso livello di diffusione delle competenze digitali.

italian

Non è solo questione di età – i giovani 16-24enni hanno livelli avanzati quasi nel 40% dei casi. Pesa anche il livello di istruzione. Solo il 47,6% dei laureati rientra nel blocco dei più scafati digitali. Per altro andando a guardare le aree di applicazione si scopre che il 64,9% ha competenze nella comunicazione e il 64,6% nell'informazione. Per quanto riguarda la risoluzione di problemi la percentuale scende al 50,6% mentre la manipolazione o veicolazione di contenuti si ferma al 49,2%. Solo una piccola minoranza brilla in ogni campo.

Leggi anche: Relazione AGCOM 2017: boom del traffico dati

"La formazione e l'apprendimento rappresentano una scelta obbligata per lavoratori e imprese", ha concluso Alleva. Insomma, se si considerano anche i recenti dati diffusi dall'AGCM sullo scenario digitale nazionale c'è di che preoccuparsi. Bassa penetrazione di Internet, incompetenza digitale, disinteresse, mancanza di formazione…


Tom's Consiglia

Un fornetto per fare le pizze non richiede grandi competenze digitali ma regala soddisfazioni.