Tom's Hardware Italia
e-Gov

Lenovo taglia, anche la paga dei top manager

Lenovo ha pronto un piano di ristrutturazione che richiederà il sacrificio di 2500 lavoratori.

Non salterà solamente qualche testa in Lenovo. Dopo le prime avvisaglie, le nubi attorno alla sorte dei dipendenti del colosso cinese dei computer si fanno ancora più cupe.

Il produttore di PC ha annunciato che taglierà lo stipendio dei top manager e licenzierà l'11 percento dei dipendenti. Si tratterà di un taglio in busta paga da 30 al 50 percento per i piani alti, mentre i lavoratori che andranno a casa saranno 2500. Tra loro non mancherà qualche manager.

Lenovo si attende una spesa di 150 milioni di dollari per i costi di ristrutturazione. L'azienda conta di ridurre i suoi costi operativi di 300 milioni di dollari entro l'anno fiscale, che si concluderà il 31 marzo del 2010.